La Settimana InCom

Guida critica al mondo culturale comasco:

musica, teatro, cinema, libri, mostre, incontri

di Alessio Brunialti
Mercoledì 27 gennaio 2016

MERCOLEDÌ 27 GENNAIO

http://www.lasettimanain.com/header.jpgMERCOLEDÌ 27 GENNAIO
(MASSIMO ZAMBONI DAY)

Buongiorno,
forse non tutti sanno che... tra le tante vittime dei nazisti ci fu anche la musica contemporanea. Troppo sperimentale, progressista, semplicemente incomprensibile per essere tollerata. Così nei programmi concertistici si permettevano brani dei due secoli precedenti, rinnegando il Novecento, con pochissime eccezioni (a Richard Strauss venne generosamente concesso di mettere in scena Die schweigsame Frau su libretto dell'ebreo Stefan Zweig, salvo tentare di cancellare il nome di quest'ultimo da tutti i manifesti il giorno della prima, con conseguente rifiuto del compositore di rappresentare l'opera per poi dimettersi dalla carica di Presidente della Camera della musica). Penso che se oggi la "scandalosa" Sagra della primavera "piace", passatemi questo termine, sia dovuto al lento processo di assimilazione concesso al pubblico nel corso di cent'anni di rappresentazioni ininterrotte. Invece là, e anche da noi, i contemporanei sono tutt'ora guardati con sospetto. Però la musica sopravvive come dimostra l'odierno brano acconcio: Quatuor pour la fin du temps, scritto da Olivier Messiaen nel campo di concentramento di Görlitz (è quello con gli occhiali nella foto qui sotto).
http://www.ensembleinter.com/accents-online/wp-content/uploads/2012/02/Messiaen.jpg
Vi suonerà ostico, forse, ma date una chance a questo brano acconcio:
https://www.youtube.com/watch?v=UeSVu1zbF94


LIBERA UNIVERSITÀ DEL TEMPO RITROVATO
Spazi del centro diurno dell'ex ospedale psichiatrico San Martino, via Castelnuovo 1, ore 14, ingresso libero
https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xft1/v/t1.0-9/11402802_405212046332941_8145377285492579305_n.jpg?oh=88fa69e7424f64baf338d546b8c6db86&oe=57363C28
Come i media trattano il tema psichiatria. Introdotti e presentati dal responsabile dell'ateneo, il poeta e giornalista Mauro Fogliaresi, interverranno sul tema il noto fotografo e giornalista Gin Angri, direttore responsabile di Oltre Il giardino, rivista indipendente che nasce proprio al centro diurno del dsm dell'azienda ospedaliera, e Katia Trinca Colonel, giornalista laureata in filosofia all'Università Statale di Milano, vincitrice del premio intitolato allo psichiatra e scrittore Mario Tobino.


EVENTI DI AGED
Biblioteca comunale, piazzetta Lucati 1, ore 15, ingresso libero
https://valentinasessa.files.wordpress.com/2011/10/vale250.jpg?w=630
"Grandi opere" e general contractor, la figura del direttore dei lavori tra norme derogatorie ed esigenze di riforma. Relatrice l'avvocato Valentina Sessa, aggregato di diritto amministrativo di diritto processuale amministrativo all'Università telematica E-campus di Novedrate. Presenta l'avvocato Giorgio Livio.


INCONTRI DELL'UNIVERSITÀ POPOLARE
Istituto Carducci, viale Cavallotti 7, ore 15.30, ingresso libero
http://www.bookstellyouwhy.com/pictures/53107_2.jpg
Terzo incontro con il ciclo Quando la parola diventa immagine. Dalla narrativa al racconto cinematografico. Questo pomeriggio Santina Pitrone prenderà in esame il libro di Nicholas Evans e il film di Robert Redford L’uomo che sussurrava ai cavalli.
NdA: ce l'avevo anche io un amico che sussurrava ai cavalli. A San Siro si avvicinava e gli mormorava in un orecchio "tu nella quarta rallenta un po', non so, fingi un malore, perdi il passo, insomma, stai lontano dai piazzati che ho una tripla fissa"...


LXII CINEFORUM DI COMO
Cinema Astra, viale Giulio Cesare 3, ore 15.30, ingresso con tessera
http://images.movieplayer.it/t/images/2015/09/24/la_vita_e_facile_camara_de_molina_colomer2_jpg_1003x0_crop_q85.jpg
La vita è facile ad occhi chiusi (Spagna, 2014, 104 minuti) di David Trueba con Javier Cámara, Natalia de Molina, Francesc Colomer, Ramon Fontserè e Rogelio Fernández
1966. Antonio insegna inglese in una scuola retta da religiosi. Per favorire il loro apprendimento (e anche perché è un fan dei Beatles) utilizza le canzoni dei Fab Four per invogliarli a tradurre. Quando viene a sapere che John Lennon si trova in Almeria per girare un film decide di cercare di incontrarlo perché le canzoni che ha registrato da Radio Lussemburgo hanno dei versi che gli suscitano delle perplessità. John sarà in grado di dirgli se ha commesso errori nelle traduzioni. Lungo la strada il professore incontra due giovani autostoppisti. Prima si imbatte in Belen, una ragazza incinta che è scappata dall'istituto in cui era stata rinchiusa e poi in Juanjo, un sedicenne che si è allontanato dall'abitazione in cui vive con i genitori e con cinque fratelli perché non sopporta più la rigidità educativa del padre poliziotto. Sarà insieme a loro che il professor Antonio cercherà di coronare il suo sogno.
NdJL: living is easy with eyes closed...
http://www.cinecircolo.it/


CAFFÈ LETTERARIO
Osteria del Gallo, via Vitani 16, ore 17.30, ingresso libero
https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/3/3f/Mali_football.jpg
Augusto Panini grande conoscitore del Mali, parlerà della situazione attuale di questo Stato: Mali 2015: proibito cantare, proibito giocare a pallone.


THE BOX
Spazio Pedraglio, piazza Volta 48, ore 18.30, ingresso libero
http://www.spaziopedraglio.com/sites/www.spaziopedraglio.com/files/images/Invito%20-%20THE%20BOX%20-%20Tom%20Porta%20-%20%28Retro%29.jpg
Inaugurazione di The box, beauty overkill: ultima fatica dell'artista milanese Tom Porta costituita da una serie di opere raffiguranti teschi ironicamente colorati e “brandizzati” con marchi e icone del nostro tempo. Per l’occasione è prevista anche una sezione retrospettiva che illustra la carriera artistica di Porta. La mostra sarà visitabile fino al 25 febbraio.
http://www.spaziopedraglio.com


GIORNATA DELLA MEMORIA AL CINEMA
Uci Cinemas, via Leopardi 1, Montano Lucino, ore 18.30 e ore 21.30, biglietti a 11 sacchi
Cinema Astra, viale Giulio Cesare 3, ore 21, biglietti a 7 sacchi
http://www.theartsdesk.com/sites/default/files/images/stories/TV/adam_sweeting/2015/Eichmann%202.jpg
The Eichmann show (Usa, 2015, 90 minuti) di Paul Andrew Williams con Martin Freeman, Anthony LaPaglia, Rebecca Front, Zora Bishop e Andy Nyman
L'SS-Obersturmbannführer Adolf Eichmann, responsabile del traffico ferroviario che trasportava gli ebrei nei campi di concentramento, viene catturato dal Mossad in Argentina l'11 maggio 1960. L'11 aprile 1961 ha inizio a Gerusalemme il processo a suo carico. Il produttore televisivo Milton Fruchtman riesce, non senza fatica, a convincere le autorità israeliane e i giudici della necessità di riprendere le varie fasi del dibattimento. Altrettanta fatica deve sopportare per convincere i responsabili della televisione ad assumere come regista Leo Hurwitz rimasto per dieci anni nella lista nera della commissione McCarthy impegnata nella caccia alle streghe 'comuniste'. Si tratta della prima occasione per il mondo intero di assistere alle testimonianze sconvolgenti dei sopravvissuti e quindi prendere direttamente coscienza delle dimensioni dell'Olocausto.
http://www.ucicinemas.it


GIORNATA DELLA MEMORIA
Cooperativa Moltrasina, via Raschi 9, Moltrasio, ore 19.45
http://3.bp.blogspot.com/-nl_n_8Gsms8/VqX7D9o1fDI/AAAAAAAAFc4/nqMc5f7-9Qg/s1600/GiornataMemoria2016.jpg
La Cooperativa Moltrasina, con il patrocinio del Comune di Moltrasio, propone una serata nel LXXI anniversario della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz. Programma:
- ore 19.45 commento al film Il Giardino dei Finzi Contini, tratto dal libro di Giorgio Bassani, in occasione del centenario della nascita dello scrittore, a cura di Bruno Perlasca
- ore 20.30 cena a buffet a offerta libera
- ore 21 proiezione del film Il giardino dei Finzi Contini (Italia, 1970, 93 minuti) di Vittorio De Sica con Fabio Testi, Helmut Berger, Dominique Sanda, Lino Capolicchio e Romolo Valli
Ferrara 1938-1943. Le Leggi in difesa della razza sono operative e gli ebrei debbono condurre una vita separata rispetto agli altri italiani. Giorgio è sin dalla preadolescenza amico della bella Micòl Finzi Contini. Li separa la classe sociale ma li unisce l'immenso parco della villa in cui spesso ci si ritrova tra amici a giocare a tennis. È lì che Giorgio comincia a provare un sentimento diverso dall'amicizia per la ragazza che però non vi corrisponde. Intanto scoppia la guerra e la situazione degli israeliti si fa di giorno in giorno più precaria.
http://moltrasina.blogspot.com/


POESIA E CIOCCOLATO
Cioccolati italiani. piazza Vittoria 35, ore 20.30
https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xlf1/t31.0-8/s960x960/12622261_878557095598027_5109015407047960409_o.jpg
La Casa della Poesia di Como presenta il libro Tamburi di Andrea Tavernati. Un percorso reale e ideale con la poesia tra i paesaggi dell’America Latina. Saranno proiettate slide di un viaggio dell’autore attraverso vari paesi del Sudamerica e sarà possibile degustare cioccolato prodotto con cacao proveniente da quel continente.
http://www.lacasadellapoesiadicomo.it


CINEMA TRA SCIENZA E DIRITTO
Aula magna dell'Università dell'Insubria, via Sant’Abbondio, ore 20.30, ingresso libero
https://upload.wikimedia.org/wikipedia/en/6/64/The_Age_of_Stupid.jpg
The age of stupid (Gran Bretagna, 2009, 92 minuti) di Franny Armstrong con Pete Postlethwaite, Jamila Bayyoud, Alvin DuVernay, Piers Guy e Layefa Malini
Nel 2055 la Terra appare devastata. I cambiamenti climatici hanno scatenato ogni genere di violento fenomeno atmosferico e hanno condannato tutte le più importanti capitali mondiali e le loro popolazioni. Dall'alto di un'imponente torre situata su quel che resta della calotta artica, un uomo che ha costruito un immenso archivio della storia artistica e culturale dell'umanità, si domanda di fronte ad un database di vecchi filmati e interviste raccolte cinquant'anni prima: "Avremmo potuto evitarlo?". Presentano il film il professor Carlo Dossi e il professor Maurizio Cafagno.


LE PRIME VISIONI DELLO SPAZIO GLORIA
Via Varesina 72, ore 21, biglietti a 5 sacchi

http://www.21secolo.it/wp-content/uploads/2015/07/leo5-701x395.jpg
Revenant - Redivivo (Usa, 2015, 156 minuti) di Alejandro González Iñárritu con Leonardo DiCaprio, Tom Hardy, Domhnall Gleeson, Will Poulter e Forrest Goodluck
In una spedizione nelle vergini terre americane, l'esploratore Hugh Glass viene brutalmente attaccato da un orso e dato per morto dai membri del suo stesso gruppo di cacciatori. Nella sua lotta per la sopravvivenza, Glass sopporta inimmaginabili sofferenze, tra cui anche il tradimento del suo compagno John Fitzgerald. Mosso da una profonda determinazione e dall'amore per la sua famiglia, Glass dovrà superare un duro inverno nell'implacabile tentativo di sopravvivere e di trovare la sua redenzione.
NdA: comunque in pratica è l'antenato di Terminator, con Fitzgerald al posto di Sarah Connor...
http://www.spaziogloria.it


STAGIONE DEL TEATRO SAN TEODORO
Via Corbetta 7, Cantù, ore 21, biglietti a 12 sacchi
https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xpa1/v/t1.0-9/1378792_460739757379199_1556789888_n.jpg?oh=f5ff9b76ab0bc71f06be0e14eb4d4c1f&oe=572AD958
Invisibili di e con Mohamed Ba. L'attore senegalese ripercorre e interpreta il cammino di due cittadini africani che si mettono in viaggio sognando una vita migliore, canta le contraddizioni, i sogni, le speranze, i dolori e le gioie del continente, e porta il pubblico a chiedersi: Che ne sarebbe della nostra vita, per noi del nord del mondo, se non fossimo nati qui? Persino invecchiare non sarebbe permesso. In questo spettacolo, Ba è contemporaneamente il custode della tradizione africana e il rinnovatore che canta le memorie collettive occidentali e le memorie di un popolo, quello africano, passato dalla schiavitù alla schiavitù degli aiuti. Invisibili è un viaggio tra passato e presente per capire e agire. La solidarietà, infatti, non può rimanere privata, personale. Per essere politicamente feconda, per cambiare il mondo, deve trasformarsi in coscienza civile. In discorso pubblico. Tenendo viva la memoria. In Invisibili Ba lancia un appello a rompere il silenzio e a distruggere il conformismo cinico di questa epoca, sempre più affollata di invisibili e non persone.
http://www.teatrosanteodoro.it


GIORNATA DELLA MEMORIA
Salone congressi della Fondazione Minoprio, viale Raimondi 51, Vertemate con Minoprio, ore 21, ingresso libero
https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xtf1/v/t1.0-9/12592244_493045620820579_7651523970379394393_n.jpg?oh=f0e4cd67fe321b7adea300cdbf15c7f5&oe=5734B5EC
La farfala sucullo di e con Giuseppe Adduci, musica e canzoni dei Sulutumana. Premio Teatro e Shoah 2007.
Non tutti sanno che oltre ai sei milioni di ebrei, i nazisti sterminarono nei campi di concentramento migliaia di dissidenti politici, di minorati psichici e fisici, di omosessuali e di zingari. La storia ufficiale si è occupata poco delle sofferenze di questi ultimi, probabilmente perché non ha trovato tra di loro chi avesse sufficiente voce e volontà di grido. Il teatro, come a volte succede, corre in soccorso dei meno potenti, ed è questo il motivo de La farfala sucullo. Lo spettacolo cerca di mettersi in comunicazione con la diversità, tramite l'emozione della vicenda che narra e delle canzoni che la accompagnano e cerca di essere in questo momento oscuro un appiglio a chi ha voglia di credere che il razzismo non è mai una buona opinione.
http://www.sulutumana.net


GIORNATA DELLA MEMORIA
Sala consiliare, via Roma 56, Lurago d'Erba, ore 21, ingresso libero
https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xft1/t31.0-8/s2048x2048/12489354_778488388944906_5678598177497261552_o.jpg
Dov'era Dio ad Auschwitz? In occasione del Giorno della memoria, la biblioteca comunale di Lurago d’Erba propone un percorso di riflessioni e letture, ispirate soprattutto da autori di origine ebraica, sul silenzio di Dio e l’assenza del Bene nei campi di annientamento. I brani sono tratti da Elie Wiesel, Primo Levi, Etty Hillesum, Edith Stein, Hans Jonas. Introduzione e commento del professor Mario Porro. Interpretazione dell'attore Christian Poggioni.
http://www.comune.luragoderba.co.it


GIORNATA DELLA MEMORIA
Biblioteca comunale, Inverigo, ore 21, ingresso libero
https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xft1/t31.0-8/s2048x2048/12493651_1115035715196270_4066073961949460120_o.jpg
Ivano Gobbato presenta 13,04 tratto da Le benevole di Jonathan Littell.
https://www.facebook.com/bibliotecacomunalediinverigo


GIORNATA DELLA MEMORIA
Libooks, via Dante 8, Cantù, ore 18, ingresso libero
https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xpt1/v/t1.0-9/12549131_10153910082499394_7647299386635447564_n.jpg?oh=2a410ef96df0ae8e3ffb60ddde8902dc&oe=5734E798
Proiezione del film Fratelli d'Italia? Un film per tramandare la storia (Italia, 2009, 73 minuti) di Dario Barezzi
Il documentario si interroga e ci interroga sul nostro essere cittadini dopo la Shoah, su eventi che potrebbero ripetersi: saremmo semplici spettatori? Il film si svolge integralmente alla Stazione Centrale di Milano, dal cui binario 21, fra la fine del 1943 e l'inizio del 1945, partirono quindici convogli carichi di deportati ebrei. I fatti e gli antefatti della storia sono raccontati con un ritmo incalzante, le storie dei protagonisti della Shoah italiana emergono dai ricordi dei testimoni diretti e da quelli di figli e nipoti. Il film è dedicato soprattutto ai giovani, che ancora più degli adulti sembrano distare anni luce da quegli eventi. Per questo si è scelto di impiegare anche linguaggi molto attuali, come le ricostruzioni in 3D e la computergrafica. Solo la conoscenza rigorosa dei fatti, oltre che l'emozione di ascoltare i testimoni, renderà possibile fugare i timori espressi da Primo Levi di cui, purtroppo, si vedono i segni in ogni livello della nostra società. Per un uso didattico del film è stata realizzata una guida per gli insegnanti, con una serie di brevi ma fondamentali approfondimenti e molti spunti di lavoro da svolgere in classe.
NdA: sarà presente il regista Dario Barezzi...
https://www.facebook.com/libooks/?fref=ts


VINCI L'INDIFFERENZA E CONQUISTA LA PACE
Cinema Teatro Excelsior, via Diaz 5, Erba, ore 21
https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xpt1/t31.0-8/s960x960/12525371_1015243881872138_8103146023573556173_o.jpg
Vinci l'indifferenza e conquista la pace! Serata di approfondimento con monsignor Giancarlo Bregantini, arcivescovo di Campobasso-Bojano, già vescovo di Locri, impegnato in Pax Christi e nella lotta contro le mafie, e con il professor Mauro Magatti, sociologo ed economista, docente di sociologia della globalizzazione all'Università Cattolica di Milano.


Per inviare segnalazioni scrivi a: alessio@lasettimanain.com
In collaborazione con: Eden Design
Logo Brunialti-deformed by: Lorena Carpani
La Settimana InCom

di Alessio Brunialti

© riproduzione riservata