La Settimana InCom

Guida critica al mondo culturale comasco:

musica, teatro, cinema, libri, mostre, incontri

di Alessio Brunialti
Sabato 06 febbraio 2016

SABATO 6 FEBBRAIO

http://www.lasettimanain.com/header.jpg
SABATO 6 FEBBRAIO
(BOB MARLEY DAY)

Buongiorno,
non si poteva perdere, ieri sera, la puntata di Così vicini, così lontani condotta da Al Bano e Romina con un lungo spezzone ambientato a Como da donde è partita la ricerca di don Franco per una sorella mai conosciuta e ritrovata grazie allo sforzo della (ex?) coppia della Felicità fino all'abbraccio conclusivo sottolineato dalle note di Nel sole del Carrisi. Quando Al Bano era a Como c'era tutto: c'era il sole, c'era il lago, c'era la diga foranea solo... solo non si vedeva Libeskind (non ci credo che lo chiamate Life electric, il fermacarte). È troppo trasparente! Non resta nell'immagine, come Dracula allo specchio!
http://feedyweedy.com/wp-content/uploads/2015/09/2.1.jpg
Un brano acconcio a... Dracula allo specchio:
https://youtu.be/vhG8zC4npsE


IL CINEMA ITALIANO - 11. FESTIVAL A COMO
Cinema Astra, viale Giulio Cesare 3, ingresso con tessera dell'associazione culturale Sguardi a 20 sacchi fino a esaurimento posti
https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xaf1/v/t1.0-9/12508701_10153965804809887_3817234734633241068_n.jpg?oh=2308cf0564bd3704b9a14b01cae602b4&oe=572BAA38

Programma di oggi:
http://www.mosaicoitalocroato.com/images/Pasolini-Pieta-Roma-2015-4.jpg

- ore 10 Se torno (Italia, 2015, 60 minuti) del Collettivo Sikozel
“Cosa ne abbiamo fatto della sua morte?” Ernest Pignon - Ernest, celebre artista parigino, torna in Italia per porre questa domanda sui luoghi della vita, dell'opera e della morte di Pier Paolo Pasolini quarant'anni dopo il suo assassinio. A Roma a Matera e a Napoli, l’artista interpella abitanti e passanti incollando sui muri un’immagine disegnata a pietra nera, un doppio ritratto del poeta, una pietà laica in cui Pasolini, dallo sguardo severo, porta tra le sue braccia il proprio corpo esanime. Tra fascino e rifiuto, l'immagine di Pasolini risuona attraverso le persone incontrate come una sentinella, un appello alla lucidità e all'impegno nelle nostre società. Sarà presente in sala il videomaker comasco Simone Rigamonti
http://ftv01.stbm.it/imgbank/GALLERYXL/IT/01766303.JPG
- ore 17.30 Italia: ultimo atto? (Italia, 1977, 92 minuti) di Massimo Pirri con Luc Merenda, Marcella Michelangeli, Lou Castel e Ines Pellegrini
Nella città di Roma, in un clima nazionale sempre più confuso, tra malcontenti popolari e difficoltà dei governanti, un gruppo terroristico di matrice non specificata addestra i propri uomini in previsione di un grosso atto militare: l'eliminazione del ministro dell'Interno. Tuttavia la stessa organizzazione, facendo portavoce Marco decide di soprassedere, convinta com'è che una strage non migliorerebbe le condizioni delle classi sociali più povere. Ma Mara figlia di un ricco industriale, Ferruccio giovane professore all'Itis, e Bruno, ragazzo sbandato col pallino del Sud America e della bella vita, decidono di portare avanti il piano. Presentazione del saggio Italia: Ultimo atto. L’altro cinema italiano – Vol. 1 di Fabrizio Fogliato
http://images.movieplayer.it/t/images/2015/11/02/la_felicit3_jpg_1003x0_crop_q85.jpg
- ore 21 premiazione del concorso Il cinema italiano. A seguire proiezione del film La felicità è un sistema complesso (Italia, 2015, 117 minuti) di Gianni Zanasi con Valerio Mastandrea, Hadas Yaron, Giuseppe Battiston, Filippo De Carli e Camilla Martini
Enrico Giusti è il re delle cessioni. Intermediario per un'azienda che acquista società in crisi, avvicina i suoi clienti, quasi sempre vanesi e inconcludenti, ne guadagna la fiducia e ne 'risana' la vita, facendoli ripartire in Costa Rica o agli antipodi. Figlio di un padre imprenditore, che ha abbandonato la sua famiglia per il Canada in seguito a un fallimento finanziario, e fratello maggiore di Nicola, eterno studente che come il genitore si risolve nella fuga, Enrico ripara il trauma infantile assistendo e scampando aziende da gestioni disastrose. La morte tragica di una coppia di imprenditori trentini, che lasciano un figlio diciottenne e una figlia tredicenne orfani e 'al comando' dell'impresa familiare, e l'arrivo imprevisto della fidanzata israeliana, sedotta e abbandonata dal fratello, sconvolgeranno per sempre la sua vita. Una vita in passivo e in cerca di riscatto. Sarà presente il regista Gianni Zanasi.
https://www.facebook.com/festivalcinemacomo/?fref=nf


GIOVANI A COMO
Chiostrino di Santa Eufemia, piazzolo Terragni 4, ore 15, ingresso libero
https://scontent-fra3-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xpt1/v/t1.0-9/12647461_846193992174725_792447384529860291_n.jpg?oh=b62ea0569d4227dabcd12d790603d411&oe=57398B45
Giovani a Como: protagonisti oggi per vincere domani. Tavola rotonda, moderata da Maurizio Pratelli con la partecipazione di Marco Butti (consigliere comunale), Stefano Novati (associazione Le Vo.Ci), Giovanni Magatti (Wow Music Festival) e Alessandra Bianchi (presidente del Comitato di coordinamento Gruppo giovani Co).
NdNM: Ma... ecco laggiù un bel tavolo di giovani, corriamo a intervistarli! Guadagniamo il loro tavolo...  Chi prende la parola? "Vito sa fare molto bene il giovane!" Dicci, Vito. "Sì, noi stiamo bene, stiamo insieme, è bello stare insieme, non siamo più gelosi, non siamo più egoisti. Adesso per esempio andiamo a prendere un amico nostro e poi tutti insieme andiamo a Ostia a vedere  l’alba. Ah ah ah ah!"
https://www.facebook.com/events/207882729558878/

STREET ART AND GRAFFITI
Informagiovani, via Vittorio Emanuele 98, ore 15.30, ingresso libero
http://visitcomo.eu/export/sites/default/img/immagini-news-eventi/InformagEvento-6-febbraioLd.jpg
Mostra dei lavori creati nei corsi di Street art &Graffiti con live painting e aperitivo di inaugurazione. L'esposizione resterà visitabile fino al 27 febbraio.
NdA: a proposito di giovani, la casuale, sporadica resurrezione dell'Informamedesimi...


SABATO IN MUSICA
Auditorium del Conservatorio, via Cadorna 4, ore 17, ingresso libero con ritiro dei tagliandi per l'assegnazione dei posti
http://s9.postimg.org/j6s0y617j/conserva.jpg
I nostri compositori: musiche di Carlo Ballarini, Guido Boselli, Carla Magnan, Eros Negri e Marco Marinoni eseguite dall'Ensemble Laboratorio del Conservatorio di Como diretto da Guido Boselli.
http://www.conservatoriocomo.it


NUOVI CORSI DI SCRITTURA CREATIVA DI PAROLARIO
Comocuore, via Rovelli 8, ore 17.30
http://www.cdc.gov/healthliteracy/images/child-learning-to-write.jpg
Inizia oggi la prima sessione del 2016 dei nuovi corsi di scrittura creativa organizzati da Parolario in collaborazione con Comocuore e tenuti da Andrea Di Gregorio. Giunti alla quinta edizione i corsi – oltre a fornire informazioni di base per orientarsi nel mondo dell’editoria – offriranno agli appassionati di scrittura l’opportunità di confrontarsi, acquisire competenze, conoscere e affinare le tecniche di scrittura individuali prendendo spunto dalla pratica di autori classici e contemporanei. Inoltre, permetteranno di sviluppare una capacità di lettura più critica e attenta alle strutture e alle dinamiche letterarie. I corsi in programma saranno quattro: un corso base sulla narrazione, un corso di secondo livello sul racconto, un corso avanzato sul romanzo e un corso breve sull’ortografia, grammatica e sintassi.
http://www.parolario.it


COME SCHIAVI IN LIBERTÀ
Spazio Gloria, via Varesina 72, ore 18.30, ingresso libero
http://www.spaziogloria.it/images/news/SCHIAVI.jpg
Inaugurazione della mostra fotografica Come schiavi in libertà di Raúl Zecca Castel.Verrà proiettato il documentario e presentato il libro Come schiavi in libertà. Vita e lavoro dei tagliatori di canna da zucchero haitiani in Repubblica Dominicana alla presenza dell’autore. Nel cuore della Repubblica Dominicana, a pochi chilometri da spiagge paradisiache, sorgono centinaia di comunità invisibili, baluardi della povertà e dell’emarginazione. A vivere qui, tra sterminate piantagioni di canna da zucchero, in baracche fatiscenti spesso prive di energia elettrica, acqua corrente e servizi igienici, sono i migranti haitiani, scappati a migliaia dal paese più povero e sventurato del continente americano con il sogno di trovare un futuro dignitoso oltre frontiera. Speranza vana, poiché in queste terre di nessuno sono costretti ad affrontare condizioni di vita e di lavoro quasi schiavistiche, tagliando canna da zucchero da mattina a sera per pochi soldi. La mostra si propone di dare a conoscere una realtà tanto ignota quanto drammatica attraverso immagini-documento che denunciano la precarietà esistenziale in cui sopravvivono i braccianti haitiani e le loro famiglie. Giovani, anziani, donne e bambini sono la testimonianza autentica di scorci di vita quotidiana e momenti di lavoro che la Storia credeva di aver relegato alle memorie perdute di antichi schiavi trafugati oltreoceano. Istantanee che puntando dritte alla coscienza pesano come un feroce monito a tenere alta la guardia, sempre e ovunque, perché i diritti umani non sono dominio esclusivo di nessuno, ma conquiste universali che vanno difese giorno per giorno ad ogni latitudine, nella lontana Repubblica Dominicana come nel mare di Lampedusa. La mostra sarà visitabile fino a lunedì 22 febbraio negli orari di apertura dello Spazio Gloria.
http://www.spaziogloria.it


INCONTRO CON CARLA MARIA RUSSO
Sala della Musica del Grand Hotel Victoria, via Castelli 9-13, Menaggio, ore 19
https://scontent-fra3-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xft1/v/t1.0-9/993854_1052253021463488_7735208333994972575_n.jpg?oh=d70363df70f9e6a48104ce9cf0a711e6&oe=572C6071
Carla Maria Russo presenta il suo ultimo romanzo storico, La bastarda degli Sforza, dedicato a Caterina Sforza, conosciuta come la "tigre di romagna", donna caparbia e capace di competere con i grandi uomini del suo tempo, nonché madre di Giovanni de' Medici, capitano dell'esercito pontificio. Moderatore della serata il classicista Alessandro Cerioli. Seguirà la consueta cena con l'autorice, su prenotazione, dalle ore 20.30.
http://studiotablinum.com


MUSIC FOR GREEN
Osteria del Beuc, via Cavallotti 1, Cernobbio, ore 20
https://scontent-fra3-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xpa1/v/t1.0-9/1471769_10201794373513471_1757081692_n.jpg?oh=4f79ec3a80f950d95ba7b5bb2e1c4ab8&oe=573E481F
Serata swing anni Venti: cena in maschera con la musica del Milano Dixie Trio: Alfredo Ferrario (clarinetto), Claudio Nisi (basso tuba) e Stan Caracciolo (banjo).
http://osteriadelbeuc.it


LE PRIME VISIONI DELLO SPAZIO GLORIA
Via Varesina 72, ore 21, biglietti a 7 sacchi
https://i.guim.co.uk/img/media/b040ee6e8c28c5978fc944799168bb4b68e7d8f7/0_118_3504_2102/master/3504.jpg?w=620&q=85&auto=format&sharp=10&s=9435b0ec17fd14b20fce0baa1f136014
The hateful eight (Usa, 2015, 167 minuti) di Quentin Tarantino con Samuel L. Jackson, Kurt Russell, Jennifer Jason Leigh, Walton Goggins, Demiàn Bichir, Tim Roth, Michael Madsen e Bruce Dern
Lungo i sentieri rocciosi del Wyoming, una diligenza corre più forte del vento. Un vento che promette furia e tempesta. Ultima corsa per Red Rock, la diligenza si arresta davanti al maggiore Marquis Warren, diligence stopper e cacciatore di taglie nero che ha servito la causa dell'Unione. Ospitato con riserva da John Ruth, bounty hunter che crede nella giustizia, meno negli uomini, Warren lo rassicura sulle sue buone intenzioni. Il viaggio riprende ma il caratteraccio di Daisy Domergue, canaglia in gonnella condotta alla forca, lo interrompe di nuovo. La sosta imprevista incontra e carica tra chiacchiere e scetticismo Chris Mannix, un sudista rinnegato promosso sceriffo di Red Rock. Incalzati dal blizzard, trovano rifugio nell'emporio di Minnie dove li attendono un caffè caldo e quattro sconosciuti. Interrogati a turno dal diffidente John Ruth probabilmente nessuno è chi dice di essere.
NdA: le immagini che ho visto danno l'impressione che Di Caprio sia rimasto fuori a lottare con l'orso...
http://www.spaziogloria.it


STAGIONE DEL TEATRO SAN TEODORO
Teatro San Teodoro, via Corbetta 7, Cantù, ore 21, biglietti a 15 sacchi
http://arte-e-salute.chimicare.org/wp-content/uploads/2014/04/linfoma-Hodgkin-a-teatro-1024x680.jpg
Il ritratto della salute di Mattia Fabris e Chiara Stoppa. Regia di Mattia Fabris. Con Chiara Stoppa. Spettacolo vincitore del concorso "giovane teatro contemporaneo".
Chiara Stoppa, attrice, ha solo ventisei anni quando, nel 2005, le viene diagnosticato un tumore. Dopo due devastanti cicli di chemioterapia giunge il verdetto che non avrebbe mai voluto sentire: il suo male guarisce nell’85 percento dei casi, ma lei rientra nell’altro 15 percento. L’unica, ora, è un trapianto. Chiara, che ha vissuto l’intera esperienza della malattia come sotto una campana di vetro, inizia a pensare a cosa dire ai suoi amici, alle persone a lei care, a come salutarle per sempre. Ma a quel punto, dopo un anno di torture, quella stessa campana di vetro si infrange: Chiara decide che è ora di alzarsi dal letto, riprendere possesso del proprio corpo, decide, insomma, che è meglio vivere. Così avvia un percorso di guarigione che ha del miracoloso, se si considera che è qui a raccontarlo. E in questo racconto, in cui la paura non riesce mai a spegnere del tutto la speranza, Chiara si mette in gioco con l’umiltà di dire che la sua è solo una delle scelte possibili. Un tumore ti cambia: cambia la tua routine, il tuo modo di vivere, di respirare, di stare con gli altri. Ma si può scegliere come relazionarsi con esso, ascoltando il proprio corpo per decidere quale sia la soluzione più adatta. Le persone sono diverse e diverse possono essere le cure. Dalla sua esperienza Chiara Stoppa ha tratto un monologo teatrale privo di retorica ma pieno di energia, di ironia, con una carica vitale contagiosa.
http://www.teatrosanteodoro.it


ARTICOLO 32
Teatro Il Mulino, piazza della Chiesa, Fino Mornasco, ore 21
https://scontent-fra3-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xfp1/v/t1.0-9/12592730_10152847546542465_2377416380174455393_n.jpg?oh=7c991d6abccd230151a14e746dc8a138&oe=57312057
Articolo 32 (Italia, 2014, 25 minuti) di Antonio Di Peppo
È un documentario sul lavoro di Emergency in italia, tra il dettato della Costituzione e il bisogno di cure. "La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività", recita l'articolo 32 della Costituzione italiana. Dall'assistenza ai migranti che sbarcano sulle nostre coste alle stanze del Poliambulatorio di Marghera, dove un paziente su cinque è italiano, Articolo 32, racconta un'Italia dove anche un diritto umano fondamentale come quello a essere curato non trova attuazione. La proiezione sarà arricchita da un intervento di Marta Tangredi che reciterà una ballata sul viaggio dei migranti tratto dal libro di Stefano Sandrelli Sotto lo stesso cielo, accompagnata dalla chitarra di Vito Pagliarulo. Inoltre dopo la proiezione ci sarà la testimonianza di Germana Lavagna sul suo progetto Refugees welcome. Al termine un rinfresco per il pubblico.


OLTRE LO SGUARDO
Padiglione Polifunzionale, via Colombo 4, Albese con Cassano, ore 21, ingresso con tessera del Cinecircolo del Coordinamento comasco per la pace che costa solo 3 micragnosi sacchi ed è valida per tutti i film
http://www.primissima.it/images/uploads/osage-county-streep-roberts.jpg
I segreti di Osage County (Usa, 2013, 119 minuti) di John Wells con Meryl Streep, Julia Roberts, Ewan McGregor, Chris Cooper e Abigail Breslin
In una casa nelle campagne dell'Oklahoma l'anziano poeta Beverly descrive alla neoassunta Johnna la situazione familiare: lui è un forte bevitore ma questo suo vizio è tollerato dalla moglie Violet che fa un uso smodato di pillole. Un evento inatteso farà sì che Violet, ammalata di cancro alla lingua, debba rincontrare tutte insieme le proprie figlie con i loro compagni. Non sarà una pacifica riunione di famiglia.
NdA: drammone familiarone, un po' Chekov, un po' Bergman, ma all'ammericana...


OLTRE LO SGUARDO
Sala della cooperativa La Meridiana, via Garibaldi 12, Uggiate Trevano, ore 21, ingresso con tessera del Cinecircolo del Coordinamento comasco per la pace che costa 3 micragnosi sacchi ed è valida per tutti i film
http://www.eosarte.eu/public/2008/02/foto-cardia-cerchi-web.jpg
Foibe. Martiri dimenticati.
NdA: non è che non voglio dar notizie di questo documentario (che questo è quel simpatico tema che come te muovi te fulminano), solo che proprio non ho notizie in merito a parte il titolo.


KHORA QUARTET AL CIRCOLO
Il Circolo, via d'Adda 13, Mariano Comense, ore 21.30
http://www.circolocircolo.it/img/khora2.jpg
Khora Quartet: omaggio d’archi ai Led Zeppelin e ai grandi del rock con Luca Campioni (violino), Andrea Aloisi (violino), Simone Rossetti Bazzaro (viola) e Francesco Saverio Gliozzi (violoncello).
http://www.circolocircolo.it/


BOB MARLEY NIGHT ALL'UNAETRENTACINQUECIRCA
Via Papa Giovanni XXIII 7, Cantù, ore 21.30, ingresso a 5 sacchi
https://scontent-fra3-1.xx.fbcdn.net/hphotos-xpa1/v/t1.0-9/8189_1006413772767002_6604856382470004528_n.jpg?oh=fd9c7458eebbd422b979cbb614dd6029&oe=572E2C6D
Jammin' - Circus of reggae party. On stage Reggaepeople, una delle più celebri formazioni del territorio con Lara Molteni (voce), Lucia Fontana (voce), Roberto Limonta (chitarra), Stefano Aloi (tastiera), Mario Fiorentino (basso), Giuseppe Sidari (batteria) e Daniele Panetta (percussioni). A seguire Dj Gizzy show di danza afro con le  AfriCall/BlackAss. A inizio serata gli showcase dei migliori rapper del territorio selezionati da Space Jam - The Party Monsters: Over The Line, Dback & Drinkone, Inchiostro Sporco Isf.
https://www.facebook.com/1e35circa


http://www.vololiberoedizioni.it/wp-content/uploads/2014/12/logoCollana_fuorisacco.jpg


C-NIGHT
Villa Tittoni Traversi, via Lampugnani 66, Desio, dalle 21, ingresso a 18 sacchi
http://www.musicamorfosi.it/wp-content/uploads/2016/01/output_o0szEB.gif
Mondovisione, insieme a Musicamorfosi e a Parco delle Culture propone la C-Night, una notte della cultura dove si mescolano musica colta, musica popolare, interattività, danza e arti visive. Sarà possibile muoversi all’interno della settecentesca Villa Tittoni Traversi in un itinerario che attraverserà tutte le sale: dal foyer neoclassico alla sala musica, dalla chiesetta neogotica alla sala delle colonne, dalla gotica alla moresca e alla rococò fino alla sorpresa dei sotterranei. Programma:
- Sala musica (I piano) alle 21 My working class hero: concerto omaggio a John Lennon del pianista finlandese Iiro Rantala. Alle 22.45, 23.30 e 00.15: Casa Hillesum. Cosa accadde il giorno successivo all’emanazione del decreto che impedì ai musicisti ebrei di esibirsi nelle sale da concerto? Attraverso la ricca testimonianza di Etty Hillesum (1915-1943), scrittrice ebrea olandese e al circolo musicale cresciuto intorno a suo fratello Mischa, è possibile riportare alla luce schegge di questa storia e cultura europea. Stefano Nozzoli e Andrea Zani al pianoforte ed Eloisa Manera al violino. Presenta Gemma Beretta
- Foyer neoclassico: Yoko Ono 83. Installazione cartacea di Alex Schiavi
- Sale della villa: Sull’amore. Improvvisazioni danzate di Cristina Bucci, a cura di Csmd Danza Desio
- Visita visionaria a ciclo continuo dalle 21 all’1 a cura di Saul Beretta
- Chiesetta neogotica: Preghiera ecumenica remix. Installazione sonora con estratti dalla Preghiera ecumenica per la salvezza della cultura e dell’arte di Emilio Isgrò letta dall’autore. Remix di Saul Beretta
 - Sala delle colonne: It's all true, folks! All you need is love (John Lennon, 1969). La coppia John & Yoko, una delle più amate e odiate di tutti i tempi, tra il 1969 e il 1971 è stata intervistata da Howard Smith, regista vincitore di un Oscar, giornalista, sceneggiatore e presentatore radiofonico.
- Sala moresca: Bed-in (photo boot). Bed-In è stata una forma di protesta non-violenta contro la guerra in Vietnam messa in atto nel 1969 da John Lennon e Yoko Ono. Nel grande lettone sarà possibile farsi fotografare in mezzo a messaggi di pace e salvezza per il mondo intero e veicolare un messaggio d’amore
- Sala rococò: All you need is touch. Installazione interattiva vegetale con la migliore frutta di John Lennon da toccare e ascoltare in cuffia a cura del visual-multimedia artist Andrea Zorzetto
- Sala gotica: Etty Hillesum. Selezione di video tratti da archivi storici e documentari
- Sotterranei della Villa: Kletzmer Underground. Nel rifugio sotterraneo da raggiungere con il casco in testa, uno scatenato quartetto di clarinetti anima una “tranquilla” notte di coprifuoco
- Ala ovest della Villa: Lennon club
NdA: aò, se vi viene mal di testa dopo dieci secondi non è colpa mia, eh...


Per inviare segnalazioni scrivi a: alessio@lasettimanain.com
In collaborazione con: Eden Design
Logo Brunialti-deformed by: Lorena Carpani
La Settimana InCom

 

di Alessio Brunialti

© riproduzione riservata