Smetto quando voglio - Ad Honorem

Regia: Sydney Sibilia

Genere: Commedia

Anno: 2017

Con: Edoardo Leo, Valerio Aprea, Paolo Calabresi, Libero De Rienzo, Stefano Fresi, Lorenzo Lavia, Pietro Sermonti, Marco Bonini, Rosario Lisma, Giampaolo Morelli, Peppe Barra, Greta Scarano, Luigi Lo Cascio, Valeria Solarino, Neri Marcorè

Terzo e ultimo capitolo della trilogia che racconta le disavventure della banda di cervelloni ed eterni precari capitanata da Pietro Zinni alle prese con le smart drugs. Dopo aver tradito la polizia ed essere finiti a Rebibbia, Zinni e compagni escogitano un modo per un'evasione in pieno stile nerd e ostacolare i piani del terribile Walter Mercurio, pronto a fare una strage. Chi altri può fermarlo, infatti, se non le migliori menti in circolazione? Ma chi è davvero Walter Mercurio? Cosa nasconde? Qual è il suo piano? Gas nervino è la parola chiave! Per evitare il peggio, e salvare i destini del mondo, i nostri eroi decidono di riunire per l'ultima volta i propri intenti per affrontare il cattivo più cattivo di sempre. Ma da soli non possono farcela, occorre l'aiuto del nemico storico Murena (l'ingegnere navale in isolamento per una rissa che sta per tornare in cella). Proprio lui deve aiutarli a uscire da Rebibbia per anticipare le mosse di Mercurio! Un gran finale epico ed esplosivo nel film che chiude la trilogia di "Smetto Quando Voglio", ideata diretta e cosceneggiata da Sydney Sibilia. E se nel primo film della saga si trattava di una commedia all'italiana nell'accezione classica, nel secondo la commedia si mescolava al'azione poliziottesca e western italiana, in "Ad honorem", come sottolinea Sibilla, il cerchio si chiude nel pieno rispetto degli epiloghi delle trilogie classiche, rispondendo alle domande contenute nei film precedenti con il definitivo faccia a faccia tra il buono e il cattivo. Nel cast ritroviamo tutta la banda con l'aggiunta di Neri Marcorè, che presta il volto a Murena, il nemico storico già nel primo film che torna in questo finale. Le musiche sono sempre di Michele Braga.