Happy End

Regia: Michael Haneke

Genere: Drammatico

Anno: 2017

Con: Isabelle Huppert, Mathieu Kassovitz, Jean-Louis Trintignant, Nabiha Akkari, Toby Jones, Dominique Besnehard

Scivolando gradualmente nella demenza, George, patriarca ormai ottantenne dei Laurent, ricca famiglia dell'alta borghesia, condivide scomodamente il sontuoso maniero a Calais con il figlio Thomas, sposato in seconde nozze con Anais e padre della tredicenne Eve, e con la figlia Anne, maniaca del lavoro, colei che ha in mano l'attività di famiglia. Divorziata e frigida, Anne deve gestire l'impatto di un disastroso incidente sul lavoro causato dalla negligenza del figlio sfaccendato Pierre, mentre, allo stesso tempo, il ricovero urgente dell'ex moglie di Thomas conduce l'imbronciata Eve a vivere con suo padre e la sua nuova moglie. Indubbiamente, in questa famiglia, ognuno ha uno scheletro nell'armadio e quando il destino dei Laurent si intreccia con desideri insistenti e ignobili emerge qualcosa di peculiare e inquietante. Ma alla fine, alcuni segreti si rivelano ben più grandi di altri... Come in "Benny's Video" (1992), Michael Haneke torna a parlare di una famiglia altoborghese, non senza riflettere al contempo sullo stato attuale del Vecchio Continente. Cinque anni dopo "Amour", il regista austriaco scrive e dirige un nuovo lungometraggio per il grande schermo, candidato alla Palma d'oro a Cannes 2017, riunendo sul set attori del calibro di Isabelle Huppert, Mathieu Kassovitz e Jean-Louis Trintignant. Una commedia nera che racconta le inquietanti forze che serpeggiano dietro le luminose apparenze di una ricchissima famiglia.