Speciale: Como aiuta la ricostruzione della palestra di Crevalcore

torna indietro

Como aiuta la ricostruzione della palestra di Crevalcore

06/11/2012 – E’ stato attivato questa mattina il conto corrente per la sottoscrizione in favore della ricostruzione della palestra della scuola primaria di Crevalcore. Grazie alla collaborazione dell’istituto che ha aderito all’iniziativa promossa dall’amministrazione comunale di Como, il conto è stato aperto nella sede di Como della Banca di Credito Cooperativo dell’Alta Brianza. I riferimenti per effettuare le donazioni sono i seguenti: Conto Corrente Terremoto Emilia Romagna - Ricostruzione Palestra di Crevalcore IBAN: IT14 E083 2910 9000 0000 0001 000.

La banca stessa, a cui il conto è intestato, promuoverà la sottoscrizione tra i propri clienti. Crevalcore è un piccolo comune alle porte di Bologna, colpito dal terremoto lo scorso mese di maggio. A seguito anche di una mozione approvata quest’estate dal consiglio comunale, l’amministrazione ha concentrato su questa cittadina la propria solidarietà.

“Crevalcore - aveva raccontato il sindaco Claudio Broglia in occasione della sua visita a Palazzo Cernezzi, la scorsa settimana - è un paese di 13mila e 700 abitanti; su 7mila unità immobiliari oltre 1500 sono tuttora inagibili e il 35% di questi edifici è a grave rischio crollo. Tutte le scuole sono inagibili come parte del centro storico, 11 chiese sulle 11 che abbiamo sono chiuse. Il Comune, i cimiteri sono anch’essi danneggiati, il Castello Villa Ronchi, di proprietà comunale, è crollato e i danni che abbiamo subito sono stati calcolati in 50 milioni di euro. Abbiamo ancora 600 famiglie che non sono potute rientrare nelle loro case ma fortunatamente siamo riusciti a chiudere il campo che era stato allestito e tutti hanno trovato ospitalità presso amici, parenti, alberghi, case messe a disposizione dalle istituzioni e quanto meno sono tutti ritornati a Crevalcore. Quello del Comune di Como è un gesto bellissimo che si affianca ai numerosi atti di solidarietà di cui abbiamo beneficiato. Non ci siamo mai sentiti soli e abbiamo toccato un senso globale di solidarietà che non immaginavamo”. In particolare, Crevalcore ha chiesto aiuto per la ricostruzione della palestra della scuola primaria: quella esistente è gravemente danneggiata e si renderà necessario il suo abbattimento e per i finanziare i nuovi lavori servono 800mila euro. “Le ristrettezze del nostro bilancio - ricorda l’assessore ai Servizi Sociali Bruno Magatti - non ci consentono di poter prevedere lo stanziamento di un contributo comunale e per questo abbiamo pensato di promuovere una partecipazione attiva di tutta la cittadinanza comasca attraverso una raccolta fondi”.

La campagna, che ha già ottenuto il sostegno delle principali testate giornalistiche locali (Corriere di Como, Espansione Tv, La Provincia), sarà altresì promossa nelle scuole.

Altri speciali