Bambino morto sul Legnone  Era in vacanza a Montemezzo
Il lago di Mezzola e la Valtellina dalla vetta del Legnone

Bambino morto sul Legnone

Era in vacanza a Montemezzo

La tragedia domenica mattina: il bimbo, 11 anni, tedesco, era salito sulla montagna con i genitori e un gruppo di amici

Alloggiava nell’Alto Lago di Como, a Montemezzo, la famiglia del bambino tedesco precipitato domenica mattina dalla cresta del monte Legnone durante un’escursione con la famiglia e alcuni conoscenti.

Milan Renz, 11 anni, originario di Kiel, nel Nord della Germania al confine con la Danimarca, ha pagato cara la voglia di dimostrare ai suoi compagni di avventura la felicità per essere arrivato per primo in cima: si è sporto un po’ troppo per salutarli e ha perso l’equilibro, precipitando per 50 metri nel canalone sottostante sotto gli occhi esterrefatti del padre, 48 anni, e della madre, 44.

La tragedia si è consumata nello spazio di una manciata di minuti domenica mattina attorno alle 11: il ragazzino era giunto con i genitori e altri conoscenti in prossimità del bivacco “Ca’ de Legn”, territorio comunale di Colico, quando è precipitato.

Sul posto è subito intervenuto l’elisoccorso del 118 di Sondrio, i sanitari nulla hanno potuto per tentare di salvare il piccino, una volta sul posto hanno constatato la morte del bambino a causa di un gravissimo politrauma.

La salma è stata trasferita nel Comune di Caiolo (nella confinante provincia di Sondrio) a disposizione dei familiari come disposto dal magistrato di turno in Procura della Repubblica a Lecco, informato dai carabinieri della stazione di Colico di quanto accaduto.

Nella giornata di oggi il Comune di Colico, paese in cui il decesso del bimbo è ufficialmente avvenuto, darà il via al disbrigo delle formalità di rito per consentire al più presto il rimpatrio della salma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA