Bulgarograsso:  laboratorio di ricerca  nel nome di Michela
Michela Mangieri aveva avviato il laboratorio che studia anatomia e chimica cerebrali

Bulgarograsso:

laboratorio di ricerca

nel nome di Michela

Mangieri era una ricercatrice di punta. Aveva 41 anni, lo studio era la sua seconda casa

Era la sua seconda casa e ora porterà il suo nome. A poco più di quattro mesi dalla morte di Michela Mangieri - ricercatrice, impegnata in studi sulle cellule cerebrali – il laboratorio di neuropatologia e la Banca del cervello della Fondazione Golgi Cenci di Abbiategrasso saranno dedicati a lei.

Laureata in veterinaria, si era occupata di effettuare ricerche sul morbo della mucca pazza e si era poi specializzata sullo studio dell’Alzheimer. Studio all’avanguardia, svolto dall’equipe di ricercatori della Fondazione Golgi Cenci di cui era una delle ricercatrici di punta, che ha condotto alla formazione di una Banca del cervello. La dottoressa Mangieri, protagonista nell’allestimento e nell’avvio al funzionamento del laboratorio che studia l’anatomia e la chimica cerebrali, è morta dopo lunga malattia nel settembre scorso a soli 41 anni.

I dettagli su la provincia in edicola giovedì 9 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA