Erba, Gori si presenta e attacca Maroni  «Regione centralista e poco interessata»
Giorgio Gori (al centro) con, da sinistra, Alberto Croci, Maria Rita Livio, Ferruccio Cotta, Stefano Croci, Giuseppe Besana e Gaetano Besana durante la visita alla Techne di Erba (Foto by Stefano Bartesaghi)

Erba, Gori si presenta e attacca Maroni

«Regione centralista e poco interessata»

Il sindaco di Bergamo, probabile candidato Pd alle regionali, si è presentato a imprenditori e associazioni

È iniziata nell’Erbese la scalata di Giorgio Gori alla Regione Lombardia. Il sindaco di Bergamo, tra gli esponenti più autorevoli del centrosinistra per sfidare Roberto Maroni nella corsa alla carica di governatore lombardo, ha incontrato associazioni e aziende erbesi il giorno dopo il referendum per l’autonomia. Strette di mano e incontri hanno caratterizzato la giornata di Gori che ha subito lanciano una stoccata al presidente regionale uscente. In questi anni i Comuni hanno trovato una Regione centralista e poco interessata al territorio». Durante le visite Gori è stato accompagnato dal consigliere regionale Luca Gaffuri, dal segretario Pd Angelo Orsenigo e dal presidente della Provincia di Como, Maria Rita Livio.

Servizio su La Provincia in edicola martedì 24 ottobre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA