I Clooney’s ci sono ma non si vedono  E i fotografi a Laglio rischiano multe
Una turista fotografa Villa Oleandra: la residenza di George Clooney è un ricordo del Lario da portare a casa

I Clooney’s ci sono ma non si vedono

E i fotografi a Laglio rischiano multe

Dieci “paparazzi” vicini a Villa Oleandra, i carabinieri li invitano a rispettare l’ordinanza. Viavai per vedere la star con moglie e gemellini

Che George Clooney sia a villa Oleandra non ci sono più dubbi e da venerdì a Laglio ci sono oltre dieci paparazzi appostati nelle vicinanze della residenza, a caccia di uno scatto da migliaia di euro della famiglia più chiacchierata del momento.

Eppure George, immortalato qualche giorno fa mentre atterrava a Milano con moglie Amal Alamuddin e i figlioletti Ella e Alexander che hanno appena compiuto un mese, sembra davvero bravissimo a sfuggire all’occhio della telecamera.

Milano, Torino, Verona, Svizzera, i fotografi arrivano da tutto il nord Italia e oltre confine, pronti a trascorrere intere giornate in attesa di papà Clooney, macchina fotografica alla mano ma non in vista, per non dare nell’occhio.

Ancora nessuno scatto dell’attore hollywoodiano. Vicini ma non troppo, ricordano le ordinanze attive a Laglio a tutela della privacy della famiglia Clooney; vietato sostare vicino alle residenze di proprietà dell’attore americano o navigare ad una distanza inferiore ai 100 metri di fronte a villa Oleandra.

Attenzione dunque, perché la multa rischia di essere salata, da 50 a 500 euro. Proprio venerdì sera i paparazzi sono stati pizzicati in paese da una pattuglia dei Carabinieri, forse chiamata dalle guardie del corpo in camicia bianca dopo i movimenti sospetti fuori dalla villa, o forse solo di passaggio per controllare che la situazione fosse tranquilla, vista la presenza eccezionale.

I fotografi sono quindi stati invitati a lasciare il parcheggio dove si trovavano, proprio di fronte a villa Oleandra, anche se è da escludersi che cedano “per così poco”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA