«Morte sul Palanzone  Allarme valanghe»
Uno scorcio del rifugio Riella sul monte Palanzone in comune di Faggeto Lario

«Morte sul Palanzone

Allarme valanghe»

Ordinanza del comune di Faggeto a dodici mesi

dalla tragedia che costò la vita a un imprenditore

E i gestori del rifugio Riella dicono: «Pericoloso»

Pericolo slavine sul monte Palanzone, vietato frequentare il sentiero che porta al rifugio «Riella» dalla località bocchetta di Palanzo.

Il divieto è oggetto di un’ordinanza emessa nelle scorse ore dal comune di Faggeto Lario e resa nota oltre ai canali tradizionali grazie anche all’iniziativa personale del gestore del «Riella» che ha appeso i cartelli all’ingresso della valle e attraverso Facebook mette in guardia chi ha intenzione di avventurarsi sui monti.

La volontà dell’Amministrazione comunale è di evitare la tragedia che si verificò proprioil 9 marzo dell’anno scorso quando un imprenditore, Edoardo Binda di Asso, fu travolto dalla neve mentre si trovava insieme ad un’amica e alla nipotina di 4 anni. Il 63enne fu trascinato a valle.

Ampio servizio su La Provincia in edicola mercoledì 26 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA