Perde i baffi finti, incastrato dal Dna  Patteggia per la rapina alle Poste
L’ufficio postale di Rovellasca

Perde i baffi finti, incastrato dal Dna

Patteggia per la rapina alle Poste

Rovellasca, un anno e mezzo di carcere per il colpo da 40mila euro

Aveva studiato tutto nei minimi dettagli. Ma è stato tradito proprio da un particolare, o meglio, da un baffo finto che aveva usato per camuffarsi ed evitare di farsi riconoscere, anche tramite le riprese della telecamere di videosorveglianza.

Un colpo da 40 mila euro che gli è costato un altro anno e mezzo di carcere, patteggiato in udienza preliminare ieri mattina in tribunale a Como, in continuazione con altri colpi per i quali deve scontare 6 anni e 4 mesi, essendo già detenuto nel carcere di Monza.

Leggi i particolari sul quotidiano in edicola venerdì 4 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (1) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
Mario Pana scrive: 04-03-2016 - 01:03h
Sono contento che sia dentro e che ci resti, e capisco che la rapina è un reato grave, ma intanto mi chiedo: possibile che questo ladro di polli abbia preso più anni di quei farabutti che hanno fatto milioni con la 'ndrangheta, sversando 2000 tonnellate di rifiuti tossici sotto il nuovo Ospedale S. Anna?