Premio di architettura a 31 anni  «Il mio primo cliente è stato papà»
1UIl dettaglio di uno dei progetti presentati nel corso di questi anni dal giovane architetto con studio a Dizzasco2 Lorenzo Guzzini classe 1983 è stato premiato con la menzione d’onore nella recente premiazione del concorso «Giovane talento dell’architettura”: un riconoscimento prestigioso

Premio di architettura a 31 anni

«Il mio primo cliente è stato papà»

I genitori trasferiti a Como sono stati i primi clienti di Lorenzo Guzzini di Dizzasco

I genitori i primi clienti, la loro casa il primo progetto che lo proietta in alto, sotto quella luce che lui stesso cerca di esaltare nei suoi volumi.

Lorenzo Guzzini, classe 1983, è un architetto marchigiano d’origine, svizzero di formazione e comasco d’adozione: con lo studio a Dizzasco, è stato proprio pensando la casa per i suoi genitori trasferitisi a Como che ha creato il suo primo capolavoro. Un progetto che sul finire dello scorso anno gli è valso la “menzione d’onore” dell’Albo degli Architetti quale giovane talento dell’architettura italiana. Riconoscimento prestigioso che gli è stato consegnato nei giorni scorsi a Roma e che si augura possa portargli fortuna e apprezzamenti.

Mendrisio e Londra

«Sono molto contento - dice Lorenzo di ritorno da uno dei cantieri che sta seguendo - Il percorso che mi ha portato fino a qui è stato quasi frutto di una casualità. Dopo la laurea all’Accademia di Mendrisio, ero a Londra per un lavoro presso la Patrick Lynch Architects, i miei si sono trasferiti qui a Como e mi hanno chiesto di progettare la loro casa».

Ampio servizio su La Provincia in edicola sabato 21 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA