“Primavere”, conto alla rovescia Martedì al Sociale c’è Micheli
Francesco Micheli protagonista del primo appuntamento

“Primavere”, conto alla rovescia
Martedì al Sociale c’è Micheli

Il direttore del teatro
di Bergamo racconterà

al pubblico lecchese

un inedito Donizetti

La due giorni riservata al “Cortile dei gentili” sarà preceduta dagli incontri delle Primavere di Lecco. Le serate, organizzate dal quotidiano La Provincia di Lecco, tornano nella nostra città già la prossima settimana per aiutarci a riflettere su alcune delle tematiche più importanti del nostro tempo.

Tema dell’edizione lecchese sarà “Occidente. Chi siamo, cosa non dobbiamo diventare”. Al Teatro della Società lo interpreteranno Francesco Micheli e Federico Rampini. Il 17 maggio, alle 21, Francesco Micheli, direttore artistico della Fondazione Donizetti di Bergamo, presenterà il suo “Donizetti Revolution”, una fedele ma libera interpretazione dell’opera del celebre musicista. Si parlerà del legame di Donizetti con la terra lombarda, del suo percorso artistico e del perché Donizetti sia uno dei compositori italiani più rappresentati e amati nel mondo, molto più all’estero che in Italia. Francesco Micheli, regista, divulgatore e direttore artistico della Fondazione Donizetti, mostrerà al pubblico, con una modalità del tutto originale e personale - che lui chiama “Donizetti Revolution”- quali siano gli aspetti caratteristici della poetica del celebre musicista; aspetti che lo rendono diverso da Verdi e da Rossini.

«Il mondo – ha dichiarato Micheli – ha bisogno di Gaetano Donizetti, oggi più di ieri. L’opera di Donizetti racchiude in sé una varietà di elementi che la rendono innovativa e rivoluzionaria».

Il 24 maggio, sempre alle 21, sarà la volta del giornalista del quotidiano Repubblica, Federico Rampini. Metterà in scena il suo spettacolo intitolato “Occidente estremo. Vi racconto il nostro futuro”. Il giornalista ha dato veste teatrale al suo lavoro di inviato, viaggiatore e osservatore delle dinamiche globali. Lo spettacolo intreccia parole e musica, commenti e letture; un viaggio dentro gli ultimi quarant’anni della nostra storia; un’occasione di riflessioni private e pubbliche su come è cambiato il mondo e dunque anche noi. Rampini fa un unico grande racconto delle tante storie che ricorda, ma anche delle analisi politiche e perfino dei dati economici che ha raccolto sul mondo nell’età della globalizzazione. L’ingresso agli incontri è libero e gratuito. Ci si iscrive via mail a info@leprimaveredilecco.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA