Scooter contro auto: muore a 18 anni
1 Nicola Rossi, 18 anni, è morto nell’ennesima tragedia della strada avvenuta lungo la Regina. L’incidente costato la vita al giovane di Vercana è avvenuto alle 3.30 di notte.2 L’auto contro la quale si sono scontrati i due ragazzi di Vercana in sella alla loro motocicletta. Le condizioni della Golf danno l’idea della tremenda violenza dell’impatto avvenuto sulla Regina.

Scooter contro auto: muore a 18 anni

Terribile incidente alle 3.30 di sabato lungo la Regina: vittima un ragazzo di Vercana, grave l’amico

Secondo i primi accertamenti non indossavano il casco di protezione. Illesi i passeggeri della Golf

Erano le 3.30 quando all’altezza del molo di Vercana si è consumato un nuovo incidente mortale sulla Regina.

Vittima un giovane di 18 anni, Nicola Rossi, residente a Vercana. All’ospedale di Gravedona, in prognosi riservata e condizioni giudicate gravi, si trova invece un ragazzo 16 anni, anche lui abitante a Vercana e del quale non forniamo le generalità proprio perché minorenne.

Il terribile incidente si è consumato in piena notte al chilometro 20,900 della statale 340: i due ragazzi viaggiavano a bordo di uno scooter Piaggio in direzione Gravedona e sono andati a sbattere contro una Volkswagen Golf che viaggiava in senso contrario, a bordo della quale c’erano il conducente, un ragazzo di 26 anni di Bellano (provincia di Lecco), e due passeggeri.

Impatto frontale

L’impatto è stato frontale e di una violenza spaventosa: il ciclomotore è andato in pezzi e anche l’auto risulta distrutta nella parte anteriore, con parabrezza andato in frantumi e tetto schiacciato.

Sul posto sono intervenuti un’ambulanza e l’automedica del Lariosoccorso di Dongo e un’ambulanza della Croce Rossa di Colico. Medico e volontari del soccorso hanno tentato in tutti i modi di strappare alla morte il giovane diciottenne, ma il suo cuore ha cessato di battere subito dopo. Troppo gravi i traumi subiti nell’urto. L’attenzione si è dunque concentrata sull’altro ragazzo, trasportato all’ospedale Moriggia Pelascini di Gravedona. I sanitari gli hanno riscontrato politraumi e fratture varie e l’hanno sottoposto a un intervento chirurgico d’urgenza; per lui la prognosi rimane riservata, ma le lesioni non hanno interessato organi vitali e non dovrebbe essere in pericolo di vita.

Nessuna conseguenza, invece, per il conducente e i passeggeri della Golf. Dai primi accertamenti che sono stati effettuati dai carabinieri pare che i due ragazzi viaggiassero senza casco, mentre non è ancora chiaro chi dei due si trovasse alla guida del ciclomotore.

La Procura di Como ha disposto il sequestro dell’auto e dei pezzi dello scooter: l’analisi degli stessi, unitamente alla indagini affidate ai carabinieri della Compagnia di Menaggio, potrebbe fornire elementi utili a chiarire la dinamica e le responsabilità del tragico scontro.

Tanti precedenti

Sulla salma dello sfortunato diciottenne di Vercana il magistrato di turno ha disposto l’autopsia. Il punto in cui è avvenuto il sinistro si trova al centro di un breve tratto rettilineo fra due semicurve e in passato è già stato teatro di numerosi incidenti, dovuti per lo più all’alta velocità; l’altra notte la stessa sorte è toccata al diciottenne di Vercana, che è deceduto quasi sul colpo.

Trenta metri più avanti i due ragazzi avrebbero svoltato in via Mulini per prendere poi la provinciale per il paese e monte e raggiungere casa. Il destino, davvero beffardo, li ha fermati sulla Regina a pochi secondi dalla svolta e per uno di loro non c’è stato nulla da fare; l’altro lotta in ospedale per salvarsi con la forza dei suoi 16 anni.

Più o meno nello stesso punto, una quindicina di anni fa, la stessa brutta sorte di Nicola era toccata a un altro giovanissimo di Vercana, Lorenzo Aggio, e a un suo amico di Pianello del Lario. n

© RIPRODUZIONE RISERVATA