Traversata di nuoto Cremia Dervio  Barca speronata per evitare una tragedia
Tragedia sfiorata nella gara di nuoto Cremia - Dervio. Il gommone dell’Ocsa intervenuto per fermare l’imbarcazione con a bordo un gruppo di tedeschi

Traversata di nuoto Cremia Dervio

Barca speronata per evitare una tragedia

L’imbarcazione di un gruppo di tedeschi aveva invaso il campo di gara. Il gommone dell’Opsa ha dovuto bloccarla urtandola violentemente. Ferita una volontaria della Croce Rossa

Tragedia sfiorata a Ferragosto sul campo di gara della traversata di nuoto Cremia Dervio. Un motoscafo a noleggio con a bordo una famiglia di turisti tedeschi, pochi minuti dopo mezzogiorno, ha invaso il tratto di lago delimitato dalle boe dove i nuotatori stavano gareggiando. Gli organizzatori si sono accorti del grave pericolo e l’equipaggio del gommone Opsa della Croce Rossa che era nelle immediate vicinanze ha subito attivato la sirena e acceso i lampeggianti. L’imbarcazione però non si è fermata. A questo punto all’equipaggio dell’Opsa non è rimasto che speronare l’imbarcazione dei tedeschi. Una donna di 39 anni della Croce Rossa , a causa dell’urto è stata sbalzata dal gommone andando a colpire il motoscafo. Soccorsa dagli altri operatori è stata ricoverata all’ospedale di Lecco, ma le sue condizioni non destano preoccupazioni. Numerosi i testimoni che hanno assistito alla movimentata operazione che ha consentito di evitare che le eliche della barca “pirata” potessero causare gravi guai agli atleti in acqua. Sul posto anche una motovedetta della Guardia di Finanza che ha verbalizzato l’accaduto, che avrà ora un seguito giudiziario.

Leggete tutti i particolari sull’edizione di mercoledì 17 agosto de La Provincia

© RIPRODUZIONE RISERVATA