Mercoledì 21 maggio 2014

Vissani a Vighizzolo

«Troppa cucina in tv»

Gianfranco Vissani, 63 anni, vanta due stelle Michelin. È stato il primo grande chef a portare l’alta cucina in televisione. Con lui Michela Cestari, dipendente del salumificio Baldo
(Foto by Foto Bartesaghi)

Dai reality ambientati tra i fornelli alle trasmissioni diventate cult, la cucina in tv impazza.

Per non parlare della vera e propria ondata di gastrofanatici sempre pronti a condividere foto delle proprie creazioni culinarie. Un fenomeno destinato a consumarsi e passare, quasi come gli effetti di un’abbuffata.

Ne è sicuro Gianfranco Vissani, chef stellato, il primo a raggiungere uuna fama mediatica che ancora conserva. «E ci mancherebbe altro», si lascia scappare, fedele al carattere impetuoso che l’ha reso famoso. È arrivato ieri in via Italia con una troupe della Rai per effettuare delle riprese da Baldo Industrie Alimentari di Vighizzolo.

Protagonista il salame Brianza, prodotto dop tutelato da un consorzio di cui fanno parte solo cinque aziende, tutte rigorosamente tra Comasco e Lecchese. E una è proprio il noto salumificio, che per questo finirà nei prossimi giorni in onda su Rai 1, all’interno del programma «La vita in diretta». In particolare nella rubrica «L’altro Vissani», che scova e celebra le eccellenza alimentari della penisola in collaborazione con il ministero delle Politiche Agricole.

© riproduzione riservata