Merone, un disoccupato su due  trova lavoro grazie al Comune
Il Comune di Merone (Foto by Bartesaghi Stefano)

Merone, un disoccupato su due
trova lavoro grazie al Comune

Il municipio si è attivato a raccogliere curriculum e a far incontrare gli interessati con le aziende

Un disoccupato su due trova lavoro con l’aiuto dell’amministrazione comunale.

Il Comune di Merone in prima linea per ricollocare i cittadini senza lavoro con risultati incoraggianti: su 77 figure professionali seguite dal 2014 ad oggi, ben 40 hanno trovato un posto.

Di certo parte del merito va all’ufficio lavoro seguito personalmente dal primo cittadino Giovanni Vanossi in cui si cerca di far incontrare richiesta e offerta sul territorio comunale.

Il metodo

Cento le aziende in contatto con il sindaco che “ci mette la faccia” selezionando personalmente, attraverso colloqui, le persone da proporre poi alle società. Dietro un lavoro lungo per parlare con gli imprenditori e i lavoratori.

«Abbiamo creato una banca dati delle persone in cerca di lavoro raccogliendo 77 adesioni in, all’incirca, un anno e mezzo – spiega Giovanni Vanossi - Personalmente ho incontrato queste persone perché volevo che il Comune si facesse garante per loro. Oltre ai cittadini ho contattato un centinaio di aziende, quasi tutte di Merone».

Dopo aver presentato l’iniziativa, il comune ha fatto da tramite tra richiesta e offerta: «Si sono inviati i curriculum ritenuti validi per le posizioni richieste alle aziende – continua Vanossi - Su 77 in cerca di lavoro, che mi hanno portato il loro curriculum, circa 40 mi hanno comunicato di aver trovato un lavoro. Non so con precisione quanto abbia influito il nostro lavoro in questo risultato, se un peso l’hanno avuto anche le nuove norme nazionali o l’intraprendenza della nostra economia locale in ripresa. Sono comunque felice di avere quaranta cittadini in più che lavorano».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare