Vespe e calabroni
sono in aumento

FINO MORNASCO Ci sono più vespe e calabroni del solito, si parla di un trenta per cento, e i prodotti per debellarle vanno a ruba. Segnalazioni arrivano da tutta la provincia con i vari nuclei di protezione civile, è il caso di quello di Fino Mornasco, impegnati a più riprese per debellare gli insetti. A volte, infatti, l'insetticida non basta: è il caso di Simona Roncoroni di Solbiate. «Rientrando dalle vacanze ho trovato una vera invasione di vespe, nel camino ne avevo più di duecento morte - spiega Simona - ho segnalato il problema in comune e da lì è passata la richiesta d'aiuto alla Protezione Civile».
Oltre a Solbiate una massiccia presenza di vespe è stata rilevata anche in altri paesi della provincia e non solo in zone di aperta campagna. Ma c'è davvero un'invasione di vespe? Ecco la spiegazione data da chi studia questi ed altri insetti.
«Non ci occupiamo di fare un sondaggio sulla numerosità delle vespe - spiega Alessandra Franceschini, ricercatrice della sezione invertebrati e idrobiolologia del museo della scienza di Trento - non è possibile un monitoraggio. Di sicuro i mesi di luglio e agosto sono quelli in cui le vespe sono più attive.».

Leggi l'approfondimento su "La Provincia" del 24 agosto

f.angelini

© riproduzione riservata

Accedi al sito per commentare
Oggi in Edicola

video

Sindaco Risponde

IL_SINDACO_RISPONDE_06

I Vostri Video

Campione d'Italia i tradizionali fuochi d'artificio

al cinema

Vivi Como

Eventi
Pubblicità
PubblicitàSPM
SpecialiSPM

multimedia

community