Venerdì 01 marzo 2013

La Cisl «Grillo, hai colto la febbre
Ora la cura si trovi insieme»

COMO Si trovi un punto di incontro e si provi a governare questo Paese: lo chiedono i lavoratori, gli stessi che hanno votato Grillo. È quanto respira la Cisl Como in queste ore, a ridosso delle elezioni che hanno visto l'exploit del Movimento 5 Stelle.

Si sente colpito da questa ondata di malcontento il sindacato? Avverte di avere ascoltato a sufficienza i lavoratori nei mesi più delicati della crisi?

Il segretario generale Gerardo Larghi e il segretario aggiunto Gloria Paolini con Leonardo Palmisano affrontano l'argomento con serenità e non ci stanno a sentirsi "casta": «Siamo stati vicini, e lo dimostra anche il crescente numero di lavoratori che si sono avvicinati a noi».

Si va sull'analisi di questo voto: «Protesta verso una certa classe politica, verso la crisi e la paura di perdere certezze e agi per la classe media - rileva Larghi - La domanda vera non è su chi ha dato il sostegno al Movimento 5 Stelle, ma su chi ha votato Berlusconi».

L'analisi di Gloria Paolini è proprio questa: «Non possiamo permetterci l'immobilismo, lo dicono i lavoratori stessi. Grillo è come il medico che ha colto più di altri questa febbre. Ma la cura, non è quella indicata da lui».

m.lualdi

© riproduzione riservata

Commenti (2) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
lucaboselli1971 scrive: 01-03-2013 - 19:18h
Da Scelta Civica al dialogo con Grillo: triste la vita dei cattolici in Italia...per fortuna che per loro c'è sempre il vaticano ed il suo Capo come riferimento. C'è almeno quello, vero?
giorginho scrive: 01-03-2013 - 12:27h
La Cisl di Bonanni ha sempre cercato l'accomodamento con padroni e governo; ha lavorato per la divisione sindacale ed è una delle cause prime per cui tanti lavoratori si sono sentiti abbandonati ed hanno creduto nella speranza palingenetica di Grillo. La Cisl, per essere credibile nel dialogo con M5S, potrebbe cominciare intanto a fare una operazione di democrazia interna: cambi il gruppo dirigente.