Barlesi in Superotto  Mister Centomiglia
L'imbarcazione offshore di Barlesi che ha vinto la Centomiglia per l’ottava volta (Foto by pozzoni)

Barlesi in Superotto

Mister Centomiglia

Ottavo successo del pilota romano che corre per lo Yacht Club nella classica gara di Como. Risultati e classifiche

La pioggia è arrivata tardi, quando ormai la bandiera a scacchi posizionata su uno scafo davanti alla sede dello Yacht Club era già sventolata per decretare l’ennesima vittoria del campione di casa, Serafino Barlesi. Il campione romano, 64 anni, tesserato per lo Yacht Club Mila-Cvc ha fatto sua la 68esima edizione della “Centomiglia del Lario - 7° Memorial G.Garvin Brown III”, sbaragliando la concorrenza.

Ventotto equipaggi al via: il pilota, in coppia con Alessandro Barone, ha chiuso la gara in 35’37”40, infliggendo un distacco di 3’24” al pur bravo belga Alain Coppens e 3’40” a Rosario Longo, pure lui tesserato Yacht Club. Una festa in famiglia, quindi. Con questo successo –l’ottavo nella Centomiglia - Barlesi avvicina il leggendario Tullio Abbate, che si è imposto in nove edizioni. Una gara condotta dall’inizio alla fine, con tempi davvero impressionanti: il miglior giro di Barlesi - sull’anello che partiva dalla diga foranea, prima boa a Torno, altre virate a Villa d’Este e a Villa Olmo – ha fatto segnare un tempo di 3’27”10, una quindicina di secondi in meno del rivale belga.

Poco male per Coppens che – in un duello italo-belga - nella classifica aggregata delle tre gare disputate tra sabato e domenica valide per il campionato mondiale Endurance S1, ha riportato una vittoria complessiva con 1100 punti, tallonato a 1000 dal tesserato Yacht Club Rosario Longo.

Entusiasmo anche per le prove della GT15, quello delle belle speranze della motonautica, riservato a piloti in erba dai 14 ai 18 anni. Hanno gareggiato su un circuito più piccolo, disegnato apposta per loro, nelle acque del primo bacino con virata sul lungolago di Tavernola e a Villa Olmo.

Uno spettacolo che ha coinvolto curiosi e appassionati, che si sono assiepati per assistere al rombo dei motoscafi nelle acque del lago. «Siamo orgogliosi di organizzare ancora oggi la Centomiglia del Lario – ha detto Giancarlo Ge, presidente dello Yacht Club Mila-Cvc – e il nostro impegno è rivolto a mantenere intatta questa gara, una delle ultime rimaste in Italia. Il calendario di motonautica è pieno di gare annullate, ma noi teniamo duro. Ora lavoriamo anche per la vela, per riportare la squadra agonistica da Domaso a Como».

Ecco le classifiche “senior” nel dettaglio della due giorni di gare sul Lario. Oltre al successo di Serafino Barlesi nella Centomiglia del Lario, lo Yacht Club Mila-Cvc centra anche un ottimo secondo posto con Rosario Longo nella categoria S1, alle spalle del belga Alain Coppen, protagonista assoluto con il numero 888 – ben riconoscibile da ogni postazione - nelle tre prove del campionato mondiale Endurance. Un risultato più che soddisfacente per le imbarcazioni di casa.

LE CLASSIFICHE

Campionato Mondiale Endurance – Gara 1: 1. Rosario Longo (Ita) 29’33”8; 2. Christian Cesati (Ita) +2’10”2; 3. Francisco Garçia Plazuelo (Esp) +2’17”8. Gara 2: 1. Alain Coppens (Bel) 29’47”9; 2. Rosario Longo (Ita) +40”9; 3. Buby Bertels (Bel) +2’11”0. Gara 3 (Centomiglia del Lario): 1. Serafino Barlesi (Ita) 35’37”4; 2. Alain Coppens (Bel) +3’24”2; 3. Rosario Longo (Ita) +3’40”4.

Classifiche Campionato Mondiale Endurance – S1: 1. Alain Coppen (Bel) 1100 punti; 2. Rosario Longo (Ita) 1000; 3. Francesco Musti (Ita) 675; 4. Simone Cesati (Ita) 338.

S2: 1. Eddy Gonzales Gillot (Esp) 1100 punti; 2. Achille Mazzucotelli (Ita) 750; 3. Dominique Martini (Fra) 694; 4. Norberto Mallo (Esp) 400; Claudia Carando (Sui) 296.

Pro: 1. Josè Izquierdo Vico (Esp) 1200 punti; 2. David Burgos (Esp) 900, Fernando Lopez Salinas (Esp) 675; 4. Cristiano Zandri (Ita) 507; 5. Stefania Carando (Sui) 254; 6. Ivan Bonini (Ita) 95.

Boat: 1. Byby Bertels (Bel) 1025 punti; 2. Christian Cesati (Ita) 1000; 3. Francisco Garçia Plazuelo (Esp) 750; 4. Ruben Ruiz Da Monte De Oca (Esp) 465; 5. Cristiano Segnini (Ita) 423; 6. Icar Sanz Lopez (Esp) 285.

© RIPRODUZIONE RISERVATA