Campionati Lariani sedile fisso  Domenica grandi sfide a Lezzeno
Le gare inizieranno alle ore 9

Campionati Lariani sedile fisso

Domenica grandi sfide a Lezzeno

Organizza La Sportiva del presidente Mario Prevedoni

Domeica a Lezzeno, con inizio alle 9, si svolgeranno i campionati Lariani del sedile fisso, lo storico evento remiero che mette a confronto le tifoserie dei paesi rivieraschi, ancora legati alle sfide campanilistiche che hanno sempre caratterizzato questa disciplina remiera.

A organizzare la manifestazione, quest’anno tocca a La Sportiva Lezzeno, tornata alla grande al sedile fisso, dopo averlo abbandonato 30 anni fa per lo scorrevole. Dall’anno scorso, infatti, la società biancoceleste guidata dal presidente Mario Prevedoni, pratica entrambe le specialità ottenendo ottimi risultati grazie sia a suoi veterani sia ai giovani che stanno crescendo in misura esponenziale. A seguire i ragazzi, Pietro Giuseppe Bazzoni, l’allenatore Adriano Sala, campione italiano in quattro senza della Lario negli anni ’80 e l’aiuto allenatore Emiliano Valli, noto vogatore delle Lucie. Approfittando del fatto di giocare in casa, la squadra lezzenese punta a conquistare il maggior numero dei 31 titoli provinciali in palio, distribuiti sulle barche “Jole lariana” ed “Elba”. A contendere i podi le altre canottieri in lizza: Aurora Blevio, Aldo Meda Cima, Carate Urio, Plinio Torno, Osteno , Falco Rupe Nesso, Tremezzina e Stella Laglio.

«La nostra canottieri - commenta il presidente Mario Prevedoni - sta tornando a dire la sua nel canottaggio e questa dei campionati lariani sarà l’occasione per far applaudire i nostri atleti dai lezzenesi, che per la verità li hanno sempre sostenuti». Di sicuro le rive del paese che si affacciano sui 1500 metri del percorso di gara sino al traguardo presso l’imbarcadero, saranno super affollati dalle rispettive tifoserie per incitare i loro beniamini, com’è nella tradizione del sedile fisso. E dulcis in fundo, l’apertura della cucina alle 12 con le specialità locali, tra le quali spicca la “polenta uncia”, curata dal presidente Prevedoni con i suoi collaboratori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA