Cantù ci prova con Venezia Ma poi vincono i campioni d’Italia
Andrea Crosariol, una delle novità di questa stagione (Foto by Butti)

Cantù ci prova con Venezia
Ma poi vincono i campioni d’Italia

Solo il primo tempo in equilibrio, poi a Cittadella esce tutta la forza della Reyer Venezia

Al Trofeo Città di Cittadella, Cantù ci prova, ma viene tenuto a debita distanza da Venezia (91-68). Dopo un primo quarto giocato praticamente alla pari e chiuso sul 23-21 in favore dei campioni d'Italia, l'Umana Reyer preme sull'acceleratore, scavando 16 punti distacco nel secondo quarto, chiuso sul 53-35.

Terza frazione tutto sommato equilibrata (71-52), quarta e ultima parte di gara in favore, seppur di poco, a Venezia, che fissa il punteggio finale sul 91-68. Iniziata abbondandantemente in ritardo a causa dell'assenza della terza arbitrare (che, sostituita al volo, ha fatto scattare il match oltre mezz'ora dopo l'orario previsto in origine, ossia le 20.30), la gara vede in campo per Cantù Tassone, Parrillo, Chappell, Maspero e Crosariol.

Risponde Venezia, che schiera Haynes, Johnson, Bramos, Peric e Watt. I canturini lottano e, seppur imprecisi dalla lunetta (3/7) trovano in Maspero un baluardo roccioso dietro e pronto a sfruttare le occasioni davanti (7 i punti nel primo quarto). Si riparte ed è subito Umana Reyer, che infligge un 10-2 in 2' a Cantù, complice un tecnico a Bolshakov e un 9/17 davvero significativo dalla media dei veneziani.

La ripresa è ancora favorevole all'Umana Reyer, che si mostra sempre in grado di controllare la gara al cospetto di una Pallacanestro Cantù necessariamente corta nelle rotazioni vista anche la defezione all'ultimo minuto di Cleveland Thomas.

Nel quarto Crosariol prima e Thomas poi finiscono fuori per cinque falli. Maspero si “gode” 5' da centro. L'inerzia non cambia e la partita si chiude sul 91-68.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare