Como e Caronnese Una storia d’amicizia
Roberto Rudi, a sinistra, ai tempi in cui vestiva la maglia del Como (Foto by foto cusa)

Como e Caronnese
Una storia d’amicizia

Da Maimone a Rudi, da mister Monza a Cotta: quanti sono stati gli intrecci tra le due società. Ma ora sono rivali in D

Da società “minore” in cui mandare negli ultimi anni diversi giovani del vivaio, a rivale diretta per la vittoria del campionato. Anzi, avversaria in questo momento decisamente superiore. Visto che la Caronnese che ospiterà il Como domenica è capolista del girone, insieme al Gozzano, con quindici punti. Cinque vittorie in cinque partite, arrivate tutt’altro che per caso. Perchè la piccola società del paese incastrato tra Milano, Varese e Como negli ultimi anni sta lavorando con ambizioni importanti per la serie D.

E anche quest’anno il club dello storico presidente Augusto Reina – proprietario della Illva Licor, azienda che detiene marchi di liquori celeberrimi a cominciare ovviamente dall’Amaretto di Saronno per continuare con il Rabarbaro Zucca e molti altri – punta dichiaratamente a vincere.

Un impianto ingrandito da poco, per una capienza di circa 1500 posti, e nuovi investimenti sia sulla prima squadra che sul settore giovanile. Il tutto con una buona risposta di pubblico, attirato anche dai risultati positivi. Due anni fa c’era già la possibilità di richiedere l’iscrizione in C, dopo aver vinto i playoff.Ma il posto si era liberato a pochi giorni dal campionato per rinuncia di una avversaria, e non c’era il tempo per organizzarsi. L’anno scorso la Caronnese è stata eliminata dal Varese ai playoff. E quest’anno punta alla vittoria.

La cosa curiosa, però, è che tanti ragazzi mandati in prestito dal Como, o che hanno giocato nel Como in passato, soprattutto negli anni scorsi hanno contribuito alle fortune della Caronnese. Quest’anno c’è soltanto il ventenne portiere Christian Maimone, che non è più del Como, ma che ha un passato molto recente nel vivaio biancoblù. .

Per più di un campionato, per esempio, ha giocato a Caronno Roberto Rudi, difensore cresciuto nel Como e impiegato anche diverse volte in prima squadra qualche anno fa. E poi giovani i cui nomi si sono sentiti spesso anche in panchina o vicino alla prima squadra tra cui Mandelli, Caputo, Scaramuzza, Moleri, Guanziroli, Niesi, e Luca Guidetti, centrocampista anche lui cresciuto nel Como e giocatore della serie D di dieci anni fa con Ninni Corda. Giusto per citare quelli delle stagioni più recenti, che non sono gli unici. E per completare la lista, va anche citato l’attuale allenatore, Aldo Monza, anche lui ex giocatore del Como nella stagione 2005-2006 con Gattuso in panchina. E pure Corrado Cotta, dopo aver allenato il Como, è stato alla guida della Caronnese nel 2010.

Se si guarda la classifica domenica la favorita è la Caronnese...

© RIPRODUZIONE RISERVATA