Conti fa il colpo a Dublino  Un successo da raccontare
Giuseppe Conti ha 19 anni ed è di Fino Mornasco

Conti fa il colpo a Dublino

Un successo da raccontare

Un giovane comasco in evidenza nella specialità Muay Thai

Doveva essere un avversario “morbido” per il campione irlandese Aaron Browne, nella scalata all’incontro per il titolo europeo. E invece Giuseppe Conti ha fatto il colpo, andando a vincere in un galà di Muay thai (pugilato thailandese)a Dublino.

«Il risultato più importante degli ultimi anni per la nostra società -spiega Giuseppe Chiloiro, direttore tecnico della Scuola Marziale Mushin Fino Mornasco -. Giuseppe è stato eccezionale:affrontava, davanti al suo pubblico, un avversario che è un vero e proprio idolo in Irlanda. E, per la prima volta, con la possibilità di utilizzare i gomiti, oltre a pugni, calci e ginocchia, e lotta a corpo libero».

Conti ha diciannove anni, abita a Fino Mornasco e si è avvicinato, per caso, alla boxe thailandese. Ma ha dimostrato da subito di avere la stoffa. «Un giorno mentre si stava allenando, in palestra è venuto Sak Kaoponlek, sei volte campione del mondo, naturalizzato italiano -dice Chiloiro -. Lo ha visto e mi ha detto: “Seguilo bene, perché questo ragazzo ha un futuro, nella nostra disciplina”». Il primo passo è stato fatto, andando a vincere a Dublino. «L’atmosfera era pazzesca -prosegue Chiloiro -.Nel palazzetto eravamo sei contro tutti. Quando hanno presentato Giuseppe è calato il silenzio. Quando è entrato Browne, accompagnato da una gigantesca bandiera irlandese e dalla musica celtica, è scoppiato il finimondo».

Il finese doveva essere una tappa di avvicinamento all’europeo. Era stato scelto per la sua giovane età e per la poca esperienza internazionale. Solo che questa volta a vincere – e pure bene -è stato l’outsider. Conti, oltre all’avversario ha battuto anche il pubblico.

Carattere

«Chiunque, in un ambiente a “senso unico” con il tifo a mille per l’idolo locale, avrebbe avuto timore. Così ho caricato Giuseppe, dicendogli che eravamo in sei contro tutti, ma potevamo farcela». E il comasco ce l’ha fatta, imponendosi al secondo round, per abbandono. Un vero e proprio trionfo. «Coach:le parole che mi hai detto, mi hanno caricato a mille», il primo pensiero di Conti dopo il successo. Il finese crede nel Muay thai, tanto che, dopo la maturità, ha deciso di dedicarsi per un anno agli allenamenti e alle gare e poi deciderà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA