Domaso è l’ombelico del vento Dopo due giorni vola Jeco Team
La gara di Melges 24 a Domaso

Domaso è l’ombelico del vento
Dopo due giorni vola Jeco Team

Si è svolta nel passato fine settimana la seconda tappa del campionato Melges 24 del Lario sul campo di gara della base nautica dello Yacht Club Como

Si è svolta nel passato fine settimana la seconda tappa del campionato Melges 24 del Lario sul campo di gara della base nautica dello Yacht Club Como.

Due giornate di gara intense, soprattutto quella di sabato con bel vento da nord di 24 nodi di media con raffiche fino a 30 nodi, che ha letteralmente sbiancato le acque dell’Alto Lago, costringendo i regatanti boline al limite e poppe emozionanti a 15-17 nodi con diversi imprevisti.

Prima prova che vede vincente Jeco Team del tornasco Marco Cavallini davanti a Volpi e Brianza. La seconda prova vede lo scontro per la vittoria tra Cavallini e Brianza, risolto a favore del primo per soli 2 secondi. Terzo Ratti in difficoltà per le raffiche sempre più forti.

Viste le condizioni impegnative il Comitato di Regata, diretto da Enea Beretta ha saggiamente deciso di non far svolgere la terza prova.

Domenica, invece, giornata più tranquilla con una bella “breva”, il tipico vento del Lario da sud, sui 18 nodi, che ha permesso lo svolgimento di regate molto combattute. Alla fine la classifica finale, con gli scarti, vede al primo posto Jeco di Marco Cavallini, davanti a Epervier di Tino Brianza, Athena di Antonio Volpi, Gemell di Alessandro Politi del Circolo Vela Moltrasio e Neghene di Fabio Proverbio di Top Vela Lago Maggiore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA