Il comasco Cerutti alla Dakar   Lo “sponsor” più bello? L’Unicef
Jacopo Cerutti con Manuela Bovolenta e la Pigotta dell’Unicef

Il comasco Cerutti alla Dakar

Lo “sponsor” più bello? L’Unicef

Sulla tuta del pilota di Montorfano ci sarà il simbolo dell’associazione

Una serata in un noto locale di Milano per Jacopo Cerutti con amici sostenitori sponsor del campione comasco che ne ha approfittato per fare un bilancio sulla sua fantastica stagione, lanciando la prossima sfida motociclistica: la Dakar. E così per la terza volta consecutiva Cerutti sarà al via della più importante maratona e anche nel 2018 in sella alla Husqvarna che ha riconfermato il pilota del moto club Natale Noseda di Intimiano.

Quanti successi

Ma, oltre al mito Dakar, il comasco ha parlato del doppio titolo italiano conquistato nel Motorally: in classe “D”, quella riservata alle moto da 450 cc sempre su Husqvarna, e il titolo più prestigioso, che è quello Assoluto dove il comasco si è imposto su oltre 180 concorrenti. Un risultato che altro non fa che confermare la sua supremazia in questa disciplina. E poi c’è la Sei Giorni Internazionale di Enduro dove Cerutti è stato tra i protagonisti dando il suo importante contributo per il risultato dell’equipe intimianese nella conquista della medaglia d’argento tra le società e che per se stesso è valso un lusinghiero 11° posto assoluto, altro risultato da incorniciare .

Ma, in più a questi fantastici risultati agonistici, a Cerutti è stata data una carica importante: quella di sostenitore dell’Unicef. Infatti durante la serata c’è stato anche l’importante intervento della vice presidente della provincia di Como per l’ente, Manuela Bovolenta, che ha portato una bambola di pezza, la popolare Pigotta, che è un po’ il simbolo della propaganda Unicef per raccogliere fondi.

Cerutti è stato definitolo sportivo comasco 2017 proprio dall’ente e la Pigotta è stata chiamata apposta “Jacopo”. Quasi sicuramente il motociclista di Montorfano diventerà presto testimonial dell’Unicef e alla prossima Dakar sulla sua tuta ci sarà il simbolo internazionale, un riconoscimento che è un sinonimo di orgoglio per il pilota della nostra provincia.

«È stata una serata con diverse sfaccettature – spiega Jacopo Cerutti- prima la presentazione della stagione in corso, poi la parentesi Dakar, e in fine gli ospiti e gli sponsor che mi hanno sostenuto, ma anche il mio battesimo a favore dell’Unicef».

© RIPRODUZIONE RISERVATA