Oggi pagina speciale calcio dilettanti   Dalla Pontelambrese al bomber ritrovato
Pontelambrese: il presidente Federico Laiso (a sinistra) con alcuni giocatori

Oggi pagina speciale calcio dilettanti

Dalla Pontelambrese al bomber ritrovato

Sul giornale La Provincia interviste e commenti sugli ultimi risultati, con Top 11 e classifica marcatori

Sul giornale di oggi: intervista a Federico Laiso della Pontelambrese (Prima categoria) che ha conquistato la vetta dopo un lungo inseguimento. Ora comanda il girone C con il Costamasnaga. Il massimo dirigente ha svelato i retroscena sul “cambio” dell’allenatore, per poi fare il punto sul campionato.

«Ci tengo a precisare - ha detto Laiso - che Giuliano Dell’Orto è un mio grande amico e che non è stato in alcun modo esonerato. Dopo la sconfitta a Briosco contro l’ultima in classifica ho pensato che avesse bisogno di qualche settimana di riposo e così gli ho consigliato di staccare un po». Fatto sta che nella serata di martedì 14 marzo, dopo la citata sconfitta per 3-1 contro la Brioschese e alla vigilia del recupero sul campo del Grosio, la squadra viene affidata al capitano Davide Rione, impegnato così sia come giocatore che allenatore. Risultato? Tre vittorie consecutive. «Ora che siamo primi vogliamo restarci fino alla fine. Devo ammettere che il Costamasnaga mi ha sorpreso in questo campionato. Pensavo di dover lottare con l’Olympic Morbegno e il Calolziocorte, invece i grigiorossi si sono dimostrati un’ottima squadra e tra l’altro in questo finale di stagione è quella che ha il calendario più agevole. Noi invece dobbiamo affrontare domenica l’Olympic, poi due trasferte decisive a Cosio Valtellino e proprio a Calolzio, quindi la Cornatese in casa».

Intervista all’attaccante Stefano Longoni(Erbese): dopo una prima parte di stagione, per la precisione 15 presenze, senza segnare nemmeno una rete, il 24enne ex Real Anzano va ormai in gol con puntualità da sette giornate consecutive nel girone C di Prima categoriaa. «Devo ringraziare l’allenatore Fausto Cattaneo, perché quando non segnavo mi spronava sempre, dandomi comunque tanto spazio in campo. Anzi, è stato lui ad affermare che una volta sbloccato avrei segnato con continuità, sintomo di massima fiducia». Anche la scaramanzia avrà ora un ruolo importante prima delle partite. «Non cambio più le scarpe: ne ho un paio nuove, ma uso sempre e solo quelle vecchie. Non se ne parla».

Poi spazio alla Faloppiese Ronago , ancora al comando in Seconda categoria (girone G) nonostante due sconfitte consecutive.

Mister Tony Mazzarese fa fatica a spiegarsi le ragioni di questo momento negativo: ‹‹Onestamente non ho molte risposte. Il calcio a volte è fatto anche di episodi, e ora quelli a noi girano tutti male.Ma dobbiamo tenere compatto il gruppo. Così facendo resto molto ottimista sull’esito finale della stagione e sulla nostra possibilità di vincere il campionato››.

© RIPRODUZIONE RISERVATA