Ortona è la sua bestia nera Ma Cantù non può sbagliare
La nuova formazione della Libertas Cantù (Foto by Cusa)

Ortona è la sua bestia nera
Ma Cantù non può sbagliare

Prima trasferta di campionato per il sestetto di Cominetti

L’esordio in casa non è stato dei migliori. Sconfitta 1-3 al cospetto di Gioia del Colle e la sensazione che, per come è maturato, con un po’ di consapevolezza in più il risultato sarebbe potuto essere ben diverso. Oggi c’è subito l’occasione per rifarsi, perché la Pool Libertas affronterà la prima trasferta del campionato maschile di A2 andando a far visita alla Sieco Service Ortona.

Un’Ortona peraltro col dente avvelenato, giacché nel primo turno è stata sconfitta dalla Monini Marconi Spoleto. Un problema in più, inutile nasconderlo, per coach Luciano Cominetti: «Noi – dice - abbiamo perso in casa 3-1. C’è molto rammarico per quanto riguarda il finale del secondo set. Andare a Ortona sarà difficile perché è un campo dove la Pool Libertas ha sempre fatto molta fatica. Loro, peraltro, arrivano da una sconfitta contro Spoleto, per cui saranno sicuramente molto carichi. Spetta a noi cercare di riprendere le forze per giocarcela e vedere come andrà».

La Sieco Service è una sorta di bestia nera per Cantù: sugli otto incontri finora disputati, la Libertas ne ha vinto soltanto uno. Accadde nella stagione 2015-2016, quando i canturini espugnarono Ortona con un netto 3-0. Inutile, ovviamente, guardare al passato. Oggi, con inizio alle 18 (e in diretta su Sportube.it), sarà infatti tutta un’altra musica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA