Riecco Puppi, l’eroe di New York «Ce l’ho fatta, sono un maratoneta»
Francesco Puppi a New York

Riecco Puppi, l’eroe di New York
«Ce l’ho fatta, sono un maratoneta»

Il venticinquenne di Guanzate campione di corsa in montagna è stato l’eroe italiano a Central Park

«Finalmente ce l’ho fatta e sono diventato un maratoneta anch’io». Questo il primo pensiero di Francesco Puppi, dopo aver tagliato il traguardo nel Central Park nella maratona di New York, la più magica delle gare, in diciannovesima posizione con il tempo di 2.25’35”.

«Mi è piaciuto proprio tanto»

Per il venticinquenne comasco di Guanzate era la “prima volta” sui 42.195 metri della gara più dura ed affascinante al mondo. «Cosa ho pensato appena sono arrivato? Che ho voglia di farne subito un’altra. Mi è piaciuto proprio tanto», ha aggiunto il guanzatese, consacrato tra i campioni, grazie alla corsa in montagna, dove è campione del mondo in carica sulla lunga distanza.

Una dichiarazione d’amore per la maratona, che però non prelude ad un cambio di “specialità”. «Certo in montagna riesco a esprimermi meglio e ad ottenere risultati migliori da un punto di vista oggettivo -dice Puppi -, però personalmente questo é secondario e anche la maratona sa darmi enormi soddisfazioni».

La lunga intervista su La Provincia in edicola domani, giovedì 9 novembre 2017.

© RIPRODUZIONE RISERVATA