Si spezza nuovamente la sbarra  Niente Mondiale per De Vecchis
Tommaso De Vecchis reduce dall’esercizio alla sbarra

Si spezza nuovamente la sbarra

Niente Mondiale per De Vecchis

L’infortunio rimediato gli costa la rassegna iridata. Lo stesso incidente poco più di un anno fa. «I miei sogni sono sfumati»

Tommaso De Vecchis non parteciperà al campionato mondiale di artistica maschile in programma a Montreal dal 2 all’8 ottobre. A “tagliare” il cermenatese (25 anni) non è stata però una decisione tecnica della federazione, ma un infortunio. Rimediato, tra l’altro - ed è la seconda volta in poco più di un anno - a causa della rottura della sbarra, sulla quale il comasco si stava allenando durante il ritiro collegiale della nazionale, a Fermo.

«Mentre caricavo il “Cassina” (un movimento che prende il nome dal campione olimpico, con il comasco che è tra i pochi ginnasti a eseguire, ndr) si è rotto un cavo della sbarra - spiega -.E così ho preso un forte strattone ad una spalla».

Dopo i primi attimi di apprensione, il sollievo per non aver rimediato fratture, anche se l’atleta ha subito un forte trauma alla spalla. «Purtroppo - dice De Vecchis - i tendini e i legamenti ne hanno risentito e per far passare l’infiammazione ci vuole tempo». Quel tempo che il campione, cresciuto nella Gioy e ora in forza al Milano Gym Lab, non ha, con i mondiali dietro l’angolo. «Ho tenuto la notizia riservata per vedere come si evolveva la situazione e, soprattutto, se sarei riuscito o meno a gareggiare - aggiunge De Vecchis -.A distanza di due settimane mi sono dovuto rassegnare al fatto che i miei sogni di partecipare ai mondiali in Canada sono sfumati».

© RIPRODUZIONE RISERVATA