Si va verso l’addio a Orsenigo E il Como cerca casa a Vighizzolo
Il campo in sintetico del Toto Caimi di Vighizzolo

Si va verso l’addio a Orsenigo
E il Como cerca casa a Vighizzolo

La società si sta accordando con il Castello per poter allenarsi al Toto Caimi

È il campo Toto Caimi a Vighizzolo di Cantù la probabile nuova casa del Como. È questa la struttura individuata per gli allenamenti della prima squadra, quella che potrebbe sostituire Orsenigo. Diminuiscono le speranze da parte della società, che invece sino a qualche settimana fa sembravano certezze al punto di aver annunciato una data di rientro nello storico centro sportivo, di poter tornare “a casa”. «Aspettiamo una risposta entro venerdì – ha detto l’amministratore delegato Roberto Felleca – altrimenti abbiamo già una soluzione pronta. Perchè non abbiamo più tempo».

La soluzione pronta è, appunto, il campo di Vighizzolo, gestito dal Castello. Che non resterebbe a uso esclusivo del Como, ma comunque utilizzabile il mattino sino al tardo pomeriggio, visto che chi utilizza la struttura lo fa in orari serali. Per questa settimana la squadra si allenerà ancora al Sinigaglia, ma la soluzione è ovviamente provvisoria. Il campo non può essere sottoposto a un utilizzo eccessivo, soprattutto con l’arrivo dell’autunno e di possibili piogge, così come durante l’inverno.

La parola fine sulla speranza di avere Orsenigo comunque ufficialmente ancora non c’è. La società ha fatto pervenire al curatore fallimentare Francesco Di Michele la richiesta di poter avere il centro proponendo però la metà dell’affitto richiesto, 5000 euro al mese contro 10.000. La decisione di abbassare l’affitto non è però così semplice da prendere, visto che Orsenigo è un bene sotto sequestro, al momento gestito dal Tribunale .

© RIPRODUZIONE RISERVATA