Tecnotem Albese Volley  «Possiamo stupire»

Tecnotem Albese Volley

«Possiamo stupire»

Il presidente Crimella ha caricato le ragazze in vista della prossima stagione di B1. Squadra ringiovanita

L’annus horribilis è ormai definitivamente alle spalle. Nessuno in casa Tecnoteam Albese ne vuole più parlare, a partire dal presidente Graziano Crimella che, in questa fase di precampionato, tiene a evidenziare i nuovi obiettivi. Il patron albesino l’ha fatto davanti alle sue ragazze, vecchie e nuove, con l’intento di trasmettere loro quel qualcosa che, evidentemente, lo scorso anno è mancato.

Acqua passata e “rivoluzione” (sono solo cinque le sopravvissute della stagione 2016-2017). Da adesso, insomma, si guarda avanti, con l’ambizione dichiarata di «fare bene» e, così facendo, di provare a diventare la vera e propria incognita del girone A del campionato B1. «Chissà mai che l’Alba possa essere la rivelazione del campionato», commenta Crimella, avaro com’è sempre stato di pronostici ma, al contempo, pronto a spronare la sua truppa a dare tutto, fin dall’inizio. «Bisogna partire bene subito», spiega, conscio che quello che partirà a metà ottobre «sarà un campionato un po’ diverso dal solito», senza squadre giovanili poco attrezzate per la categoria e con il pericolo retrocessione ad alimentare la lotta nei bassifondi.

L’organico affidato al coach Sara Mazza è giovane. Diversamente dagli ultimi anni non ci sono primedonne, né nomi altisonanti; si recita, dunque, partendo tutti dal medesimo livello, con la sola Martina Piazza nel ruolo di capitano a portare sulle sue spalle l’obbligo di spingere le compagne più giovani. «Albese si vuole divertire giocando a pallavolo. Il primo che vuole divertirsi è il presidente», commenta Crimella.

© RIPRODUZIONE RISERVATA