Arosio: «Preoccupato per il basket  Pronto a incontrare Gerasimenko»
Il presidente della Pallacanestro Cantù, Irina geerasimenko, davanti al progetto del nuovo Pianella

Arosio: «Preoccupato per il basket

Pronto a incontrare Gerasimenko»

Caso PianellaIl sindaco: «Ho vissuto momenti così con Polti nel ’99»

La partita che si sta giocando è di quelle difficili davvero, e il Comune la può guardare solo da bordo campo, anche se è disponibile a fare la propria parte al massimo.

Partita per il futuro della Pallacanestro Cantù, che sta vivendo una fase complessa, tanto che persino la voce degli Eagles, che vivono di pane e basket, si è alzata in un grido di dolore.

E il progetto per la riqualificazione del Pianella, al momento, rallenta molto la sua corsa, anche se, stando a quanto trapela da Red October Italia, la società che se ne sta occupando, si continua a lavorarci. Il sindaco Edgardo Arosio ha già attraversato una fase burrascosa in prima persona, quando, con lui sindaco, nel 1999, la Scavolini Pesaro era già pronta per acquistare i diritti della Pallacanestro Cantù ma Francesco Corrado, in una serata che il primo cittadino ancora ricorda bene, rilevò la squadra da Franco Polti e la mantenne qui.

«Spero finisca bene», dice il sindaco.

I dettagli su La Provincia in edicola martedì 19 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA