Benzinaio rapinato a Cucciago «Lo proteggo io, gratuitamente»
CUCCIAGO - Il luogo dove il benzinaio è stato aggredito

Benzinaio rapinato a Cucciago
«Lo proteggo io, gratuitamente»

Singolare offerta di una guardia giurata dopo il colpo ai danni di Guglielmetti mentre depositava l’incasso. Ora l’accompagna in banca tutti i giorni

Non ha le ali sulla schiena, tipiche nell’immaginario collettivo degli angeli custodi, ma una divisa e una pistola.

Con le quali assisterà a puro titolo di volontario, almeno per un certo periodo, Renato Guglielmetti, il benzinaio di 77 anni aggredito lunedì al distributore bianco - indipendente, senza il logo di compagnie - sulla strada provinciale tra Cantù e Fino. Lui, di mestiere, come guardia giurata, si occupa anche di scortare il prossimo. Per questa volta, lo farà gratis. «Mi sono reso disponibile: accompagno ogni giorno il Guglielmetti in banca», dice semplicemente il 45enne, di casa proprio a Cucciago.

I servizi su “La Provincia” di venerdì 29 gennaio 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare