Cade la parete esterna del palazzo  Rischiata la tragedia a Cantù
Cantù. Il vento spazza via il cappotto esterno di una casa popolare di via Marie Curie. La messa in sicurezza di una ditta specializzata. (Foto by Christian Galimberti)

Cade la parete esterna del palazzo

Rischiata la tragedia a Cantù

Incredibile episodio provocato dal vento ieri alle case popolari di via Curie. Il “cappotto” esterno dell’edificio si è staccato da 10 metri di altezza

I pezzi della facciata, tavole di circa due metri per due, polistirolo ma anche materiale misto potenzialmente abrasivo, sono precipitati da un’altezza di circa dieci metri. E sono finiti nel cortile delle case popolari di via Marie Curie, davanti ai garage. Dove avrebbero potuto colpire un qualsiasi residente in entrata o in uscita dal suo box auto. La causa, per l’Aler: una violenta raffica di vento durante il temporale.

Abbastanza forte da scorticare circa 16 metri quadri di una delle pareti dei condomini. Per i residenti, la sensazione è di essere sopravvissuti a una possibile tragedia causata dalla tempesta. Ma non manca anche chi avanza dubbi sul modo in cui è stato posato il cappotto.

Venerdì, 12.45, il viavai all’ora di pranzo. Chi è in casa sente un botto.

I dettagli su La Provincia in edicola sabato 12 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (3) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
Mario Pana scrive: 13-08-2017 - 10:45h
Casa popolare. Chissà perché queste cose succedono sempre nel pubblico. Nel privato se metti il cappotto a culo di gatto ti prendi lamentele e denunce. Nel pubblico rischi un bonus extra di buonuscita. Anche in questo caso nomi e cognomi dei responsabili di progetto e delle aziende coinvolte sarebbero sempre benvenuti
Frank Giusto scrive: 13-08-2017 - 10:39h
Lavoro eseguito secondo la regola dell'arte? ....Se non è stato fatto prima e in corso d'opera, ora è possibile verificare qualità dei materiali, presenza o meno della rete, quantità e tipologia dei fissaggi, ecc. ecc. Buon lavoro.
giual giual scrive: 12-08-2017 - 15:26h
Parliamoci chiaro: lavura' faa de baloss e cul cuu, segunt mii.