Controlli dei carabinieri  Bloccati rapinatori e spacciatori
Controlli notturni dei carabinieri di Cantù (Foto by Archivio)

Controlli dei carabinieri

Bloccati rapinatori e spacciatori

I militari hanno arrestato il presunto autore della rapina alla farmacia di Figino dello scorso 24 aprile e di un furto a Novedrate. A Lurago d’Erba denunciati due spacciatori e scoperto un pregiudicato che doveva scontare sei mesi per furto

Sono stati fruttuosi i controlli sul territorio per i carabinieri della compagnia di Cantù e di Lurago d’Erba negli ultimi giorni. Oggi i militari canturini hanno notificato in carcere a un uomo di 55 anni residente a Novedrate un’ordinanza di custodia cautelare per la rapina a mano armata commessa nel pomeriggio del 24 aprile alla farmacia “Coscera” di Figino Serenza, che fruttò un bottino di mille euro. L’uomo peraltro dallo scorso 2 maggio si trova detenuto al Bassone di Como perché ritenuto essere responsabile insieme ad altri della rapina in abitazione avvenuta a Novedrate il 21 gennaio scorso.

I militari di Lurago d’Erba domenica invece hanno condotto agli arresti domiciliari un luraghese di 42 anni che doveva scontare la pena di 6 mesi e 15 giorni che gli aveva comminato per furto il tribunale di Torino. Inoltre hanno denunciato in stato di libertà per il reato di spaccio di stupefacenti due marocchini di 29 e 22 anni, senza fissa dimora, trovati in possesso di dieci dosi tra cocaina ed hashish. I militari hanno anche identificato e segnalato in Prefettura otto loro “clienti”.

Infine sempre i carabinieri di Lurago d’Erba hanno denunciato in stato di libertà un uomo di 46 anni residente nel Lecchese che aveva violato il regime di sorveglianza speciale e un cittadino ucraino di 40 anni residente a Cantù, sorpreso al volante con un tasso alcolemico al di sopra del consentito.

Altri dettagli sul giornale in edicola martedì 30 maggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA