Da operaio divenne anestesista  Figino, addio al dottor Ronzoni
Giulio Ronzoni, medico anestesista, in montagna. Aveva 61 anni

Da operaio divenne anestesista

Figino, addio al dottor Ronzoni

Apprendista alla Ferriera, studiava di notte. Poi la laurea a Milano e l’incarico da primario. I funerali lunedì 15 maggio alle 14,30 in parrocchiale

Cordoglio in paese e nel Canturino per la morte di Giulio Ronzoni, 61 anni, medico anestesista molto noto per la sua attività professionale. Nato a Figino Serenza l’8 febbraio 1956, dopo aver frequentato nel suo paese natale le scuole elementari e le scuole medie, entrò negli anni Settanta nella Ferriera “Orsenigo” come apprendista operaio.

Frequentò dapprima i corsi diurni e in seguito quelli serali della “Magistri Cumacini” di Como fino alla maturità di perito meccanico. Ronzoni, assolti gli obblighi di leva nel corpo degli Alpini, si è iscritto alla facoltà di Medicina dell’Università di Milano: si laureò brillantemente e in seguito seguì la specializzazione in Anestesia.

Iniziò a collaborare con un’équipe di medici impegnati nel campo dei trapianti. Lavorò poi al Policlinico di via Francesco Sforza a Milano, dalla metà degli anni Ottanta al 2001. Ha prodotto in questo periodo diverse pubblicazioni in ambito sperimentale di livello internazionale. Dal 2001 è stato primario anestesista e rianimatore all’ospedale di Desio.

Consigliere comunale a Figino Serenza negli anni Ottanta, è stato uno dei soci più appassionati della sezione locale del Club alpino italiano, con importanti ascensioni e scalate, come la conquista dello spigolo nord-ovest del Pizzo Badile. Era stato anche consigliere della Fondazione “Eleonora e Lidia”.

I funerali di Giulio Ronzoni verranno celebrati lunedì 15 maggio, alle 14.30 nella chiesa parrocchiale di San Michele Arcangelo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA