Droga e tentato omicidio  Altri tre arresti a Carugo
Como - La conferenza stampa Carabinieri sul tentato omicidio di Carugo (Foto by Andrea Butti)

Droga e tentato omicidio

Altri tre arresti a Carugo

Nuovi sviluppi dopo il ferimento di un marocchino a fine agosto. In cella presunto complice dello sparatore, fornitore dell’arma e spacciatrice

All’alba di ieri mattina i carabinieri della tenenza di Mariano Comense hanno eseguito tra ordinanze di custodia cautelare in carcere a carico di altrettanti soggetti ritenuti direttamente coinvolti nel tentato omicidio Hicham Jlaibi, il cittadino marocchino di 25 anni ferito da un colpo di pistola alla gamba alla fine dello scorso mese di agosto in via Piave, a Carugo.

In carcere, su richiesta del pm Valentina Mondovì (le ordinanze sono firmate dal giudice Carlo Cecchetti) sono finiti Simona Papandrea, 45 anni di Carugo, accusata di spaccio di stupefacenti (cocaina), Mattia Madaradoni, di Cantù, 26 anni, accusato di detenzione illegale e porto di arma da sparo, e Jesus Villar Ramer, 24 anni, nazionalità dominicana, accusato del concorso nel tentato omicidio di Jlaibi, per il quale poche ore dopo lo sparo i carabinieri avevano già arrestato e portato al Bassone Gianfranco Raffa, 38 anni. Ulteriori novità potrebbe arrivare nei prossimi giorni.

Il servizio su “La Provincia” di martedì 3 ottobre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA