Incastrato dalla telecamera  Arrestato rapinatore seriale
Una delle riprese che ha permesso l’identificazione del rapinatore

Incastrato dalla telecamera

Arrestato rapinatore seriale

Giovane italiano identificato dai carabinieri di Mariano Comense

Era affidato ai servizi sociali. A suo carico un colpo anche a Cermenate

Era uscito di carcere ad aprile, dopo che i giudici gli avevano concesso una chance con l’affidamento in prova ai servizi sociali. Dopo meno di tre mesi è tornato però in cella, accusato di una serie di rapine messe a segno nei supermercati.

I carabinieri della tenenza di Mariano Comense, ieri mattina, hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare a carico del giovane sospettato di aver svaligiato il Pozzoli Market di Carugo il primo luglio scorso. E contestualmente i carabinieri della stazione di Cermenate hanno denunciato lo stesso giovane perché sospettato di un’altra rapina, quella commessa il 3 luglio ai danni del supermercato Ld di Cermenate.

Le immagini della telecamera di sicurezza del supermercato e l’auto usata per la fuga sono risultati fatali ad un ragazzo di 24 anni di Rozzano, in cella da mercoledì in seguito a un fermo di indiziato di reato eseguito dalla polizia del commissariato di Lambrate per una rapina messa a segno nella zona. Obiettivo, manco dirlo, un supermercato.

A Carugo avrebbe messo a segno il colpo nel pomeriggio di sabato 1 luglio. Un giovane, a volto scoperto, aveva atteso che nel supermercato ci fossero pochi clienti, quindi si era avvicinato all’unica cassiera presente, aveva estratto una pistola e l’aveva puntato contro la donna, facendosi consegnare i contanti nella cassa: 2.500 euro. L’analisi delle immagini della telecamera di sicurezza interna ed esterna del supermarket hanno permesso di recuperare la targa della Citroen C1 usata dal giovane per la fuga e di recuperare la foto del rapinatore.

Altri dettagli sul giornale in edicola domenica 9 luglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA