Mariano, 213mila euro in più dalle tasse  L’assessore: «Grazie agli accertamenti»
La facciata del municipio di Mariano (Foto by archivio)

Mariano, 213mila euro in più dalle tasse

L’assessore: «Grazie agli accertamenti»

Incremento delle entrate Imu di 76mila euro per l’anno in corso, 50mila dai rifiuti. L’opposizione vota contro: «Non c’è progettazione, navigate a vista senza dare soluzioni»

Il Comune di Mariano fa i conti del 2016. Approvato il rendiconto di gestione, il documento contabile che traccia il bilancio di entrate ed uscite accertate nello scorso anno e segnala gli scostamenti dalle previsioni. Emerge così che aumentano di 213 mila euro gli incassi derivanti dal pagamento delle tasse.

«Un incremento dovuto essenzialmente all’attività di accertamento» spiega in consiglio comunale l’assessore con deleghe al Bilancio ed Economia, Elena Tagliabue.

Entrando nel dettaglio, si registra una maggior entrata dell’imposta comunale sugli immobili per oltre 48 mila euro, segue l’Imu con 46 mila euro riscossi per gli anni precedenti e 74 mila euro per il corrente anno e ancora la Tarsu (Tassa sullo Smaltimento dei Rifiuti Solidi Urbani) per 50 mila euro.

Chiude la Tasi (Tributo per Servizi Indivisibili) con 13 mila euro su un totale di quasi 11 milioni di tasse. Diminuisce l’indice di indebitamento che passa da 553 euro pro capite nel 2014 a 449 euro pro capite nel 2016.

«Si riduce del 18% - spiega l’assessore - questo perché non abbiamo assunto mutui ma abbiamo pagato la quota degli ammortamenti». Il risultato finale è di poco più di 10 milioni di euro di avanzo ed economie per oltre un milione.

Un documento però che, per l’opposizione, dimostra l’incapacità di questa amministrazione nel rispondere ai problemi reali. «Vedo che avete fatto delle economie e da una parte dico meno male mentre dall’altra penso che sono cose non realizzate - commenta duro il capogruppo della Lega Giovanni Alberti - E rimango perplesso perché avete scelto di impegnare le risorse non in base agli obiettivi reali ma in base a quanto impegnato negli scorsi anni».

«Noi non votiamo positivamente un documento finanziato con i proventi della discarica» esordisce la portavoce del Movimento Cinque Stelle, Carmen Colomo. È contrario anche il capogruppo di Forza Italia, Andrea Ballabio: «È un’amministrazione che naviga a vista e mette toppe invece di soluzioni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA