Mariano, anziana derubata Ladri presi, condannati e scarcerati

Mariano, anziana derubata
Ladri presi, condannati e scarcerati

Il furto al parcheggio del supermercato Iperal di via XX Settembre

Da tempo i carabinieri della compagnia di Cantù davano la caccia a un gruppo di malviventi sudamericani, specializzati nella commissione di furti nelle aree di parcheggio dei centri commerciali della provincia. La tecnica sempre la stessa: i ladri si appostano all’esterno dei supermercati, adocchiano le loro vittime prediligendo, prevalentemente, le persone anziane, quindi, approfittando della loro distrazione nel momento in cui sono intente a caricare la spesa nel portabagagli delle loro autovetture od attendendo che queste si rechino a depositare il carrello negli appositi spazi, colpiscono. Con mossa fulminea aprono la portiera dell’auto, di norma lasciata aperta, e si impossessano delle borsette o di altri oggetti momentaneamente lasciati incustoditi dalle vittime sui sedili del mezzo.

Questa volta, però, è andata male a un 40enne e a un 35enne, entrambi peruviani, con casa a Milano, con numerosi precedenti penali per reati specifici, che sono stati notati dal personale addetto alla sicurezza dell’Iperal di Mariano Comense, via XX Settembre proprio mentre riuscivano a rubare la borsetta di una pensionata di 85 anni. L’immediato intervento dei carabinieri della Tenenza di Mariano permetteva di arrestare il più giovane dei due, la cui fuga era stata bloccata dagli addetti alla sicurezza del supermercato, e di rintracciare, poco dopo, anche il suo complice che, nel frattempo, era già riuscito a raggiungere la stazione ferroviaria, in attesa di salire sul primo treno.

I due arrestati, processati per direttissima, sono stati condannati, entrambi, alla pena di mesi 4 di reclusione e rimessi in libertà con l’obbligo di firma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (11) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
Guido Apc scrive: 17-02-2017 - 19:41h
Pazzesco! Questa è istigazione a delinquere! Se avevano dei precedenti, perché non hanno scontato la pena? Di questi magistrati facciamo volentieri a meno!
Renzo Bianchi scrive: 17-02-2017 - 19:26h
che volete farci, o spariscono sti delinquenti (come non mi interessa) ma tenerli in carcere dobbiamo pure mantenerli, meglio fuori in attesa della prox marachella sperando che ooops...
PATRIZIA GARGANO scrive: 17-02-2017 - 18:16h
Ma come si possono sentire le forze dell'ordine se non prese in giro. Hanno rischiato, perchè se uno dei malviventi tirava fuori anche solo un coltello, magari ci rimettevano qualche ferita, perchè guai a sparargli, per vederseli ancora in giro. Ma dopo che hanno firmato questi delinquenti sono liberi di girare dove vogliono e quindi di rapinare ancora le persone....che schifo, sempre più schifosa la nostra giustizia,,, anzi la nostra ingiustizia!!
alberto erba scrive: 17-02-2017 - 12:25h
Prima o poi arriverà il giorno di una bella rivolta popolare.Se lo stato ci tutela in questo modo....ne abbiamo le p...e piene di questa giustizia che favorisce la delinquenza
Vedi tutti i commenti