Medaglia d’oro svizzera  per l”eroe” di Novedrate
Elio Cappelletti, al centro, tra Franco Denti ed Edith Graf-Litscher, durante la premiazione a Berna

Medaglia d’oro svizzera

per l”eroe” di Novedrate

A Elio Cappelletti la medaglia d’oro della Carnegie Foundation per il suo intervento sull’elicottero precipitato sul Gottardo lo scorso 28 settembre

Premiato con la medaglia d’oro, il riconoscimento più alto. Così un atto dell’eroismo quotidiano, un gesto spontaneo, ha consentito a Elio Cappelletti, 65 anni, di essere ieri l’unico ad ottenerlo su 21 persone, dalla Fondazione svizzera Carnegie per i salvatori di vite umane.

La manifestazione si è svolta venerdì in un palazzo del centro storico di Berna, il “Bellevue” a due passi dal Parlamento elvetico. A presiederla la consigliera nazionale e presidentessa di Carnegie Svizzera, Edith Graf-Litscher, del canton Turgovia.

Cappelletti mentre interveniva sull’elicottero incurante del rischio di esplosione

Cappelletti mentre interveniva sull’elicottero incurante del rischio di esplosione

«Il 28 settembre 2016 il signor Cappelletti – si legge nella motivazione ufficiale – ha salvato la vita all’assistente di volo di un Superpuma dell’esercito svizzero che era precipitato sul Gottardo». Cappelletti ha avuto l’onore, unico tra i presenti di una pubblica “laudatio” che è stata letta in tedesco ed in italiano. A leggere quest’ultimo discorso ufficiale è toccato a Franco Denti, che rappresenta il Canton Ticino nel consiglio della Fondazione Carnegie.

Solo ad altre 27 persone nella storia dell’istituzione elvetica, a partire dal 1912, è toccato l’onore di un riconoscimento del genere. D’altro canto Cappelletti non aveva esitato a entrare nell’elicottero in fiamme, per trascinare fuori dalla carlinga due dei tre membri dell’equipaggio che erano a bordo del velivolo precipitato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA