Omicidio di ’ndrangheta nel maneggio  La Cassazione conferma: «Colpevoli»
La fossa dove era stato rinvenuto il cadavere di Antonio Tedesco (Foto by archivio)

Omicidio di ’ndrangheta nel maneggio

La Cassazione conferma: «Colpevoli»

Bregnano, la vittima era stata uccisa

nel corso di una falsa cerimonia di affiliazione

Lo avevano freddato con un colpo alla testa durante un falso rito di affiliazione alla ’ndrangheta. Un’esecuzione di una condanna a morte ordinata dalla Calabria. La colpa di Antonio Tedesco, detto l’Americano: essersi vantato di essere stato con molte donne, tra cui la sorella del boss - ora pentito - Antonino Belnome.

Per quel delitto, compiuto all’interno del maneggio di Bregnano, la Corte di Cassazione ha scritto la parola fine e condannato definitivamente gli imputati: ergastolo per il presunto boss di Guardavalle Vincenzo Gallace, considerato il mandante del delitto; carcere a vita anche per Antonino Carnovale e Luigi Caristo, trent’anni per Maurizio Napoli. La Cassazione ha invece annullato la condanna all’ergastolo per Sergio Sestito: per lui gli atti tornano alla corte d’Assise d’Appello, che dovrà riprocessarlo. Il perché di questo annullamento, al momento, non è dato saperlo: bisognerà attendere le motivazioni della sentenza.

L’articolo completo sul giornale in edicola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare