S. Fermo, guerra dell’acqua  Botta e risposta tra i partiti
Polemica a sfondo elettorale per la qualità dell’acqua

S. Fermo, guerra dell’acqua

Botta e risposta tra i partiti

La minoranza: «Analisi nascoste perchè in campagna elettorale»

La replica di Mascetti: «Sono soltanto bugie, è sempre stata potabile»

Di nuovo un monito da parte del gruppo di San Fermo Democratica circa la potabilità dell’acqua del paese. L’acqua del sindaco è potabile o non è potabile?

Il dubbio poco amletico e molto concreto fa subito preoccupare ed alzare le antenne a tutti, come già avvenuto a fine settembre 2013 e poi a novembre 2015, casi sempre seguiti dall’opposizione consiliare, particolarmente attenta al tema della bontà dell’acqua.

«Le analisi di maggio sono state pubblicate sul sito del Comune solo il 20 Giugno, dietro nostra insistenza e richiesta di chiarimenti – comunica Enzo Tiso, capogruppo in consiglio comunale ed ex candidato sindaco alle votazioni dell’11 giugno - per ben 2 volte (9 e 15 Maggio) le analisi eseguite su acqua prelevata presso le scuole di via Lancini sono risultate batteriologicamente non conformi. Non conforme anche l’acqua prelevata il 22 Maggio presso il lavandino mensa della scuola di via Monte Sasso a Cavallasca.

I dettagli su La Provincia in edicola venerdì 23 giugno

© RIPRODUZIONE RISERVATA