Salvare i lastroni, ultimo tentativo  Cantù, piazza chiusa 10 giorni
Sono iniziati i lavori per il taglio dei lastroni

Salvare i lastroni, ultimo tentativo

Cantù, piazza chiusa 10 giorni

Al via ieri il cantiere in centro per tagliare una parte della pavimentazione “ballerina”. Viabilità modificata

È’ l’ultima possibilità per piazza Garibaldi: provare a tagliare le lastre in quattro parti, per garantire maggiore stabilità alla pavimentazione ballerina, fastidioso malessere da una dozzina d’anni, da quando la piazza stessa è stata riqualificata.

Si spera che siano gli ultimi lavori di una lunga serie. Ma si dovrà pazientare. È verosimile che sarà necessario tenere chiusa parte della piazza non solo per qualche giorno, ma anche per gran parte della prossima settimana, nell’idea di assicurare al meglio il fissaggio delle lastre. Con il cantiere nel cuore della città, è molto probabile, si dovrà insomma convivere per una decina di giorni.

L’area dell’intervento si trova al confine tra la piazza e via Manzoni. Il cantiere ha quindi disegnato un’area off limits a tutti i veicoli. Dall’edificio della Nuova Permanente, verso l’angolo con via Roma. Al Credito Bergamasco, quasi in via Corbetta. Di conseguenza, le deviazioni.

Del resto, al Comune è anche dovuto un risarcimento per come vennero realizzati i lavori, chiusi nel 2012. Intanto le sorprese non finiscono mai. La rimozione delle lastre ha suggerito alcuni miglioramenti che, ai tempi della riqualificazione, non furono evidentemente presi in considerazione.

Tutti i dettagli sul quotidiano La Provincia in edicola mercoledì 8 novembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA