Si perdono di notte in Valmasino  In salvo escursionisti di Cabiate
Un intervento in notturna delle squadre del Soccorso alpino (Foto by archivio)

Si perdono di notte in Valmasino

In salvo escursionisti di Cabiate

Il Soccorso alpino è stato allarmato alle 2,30 per un gruppo di tre persone che erano di ritorno da un rifugio: tra queste due residenti in paese

Familiari allarmati dal ritardo nel rientro da un’escursione, difficoltà nel comunicare e squadre di uomini e mezzi allertati per le ricerche. Situazioni che si ripetono spesso, quando la stagione in montagna favorisce la frequentazione da parte di un gran numero di persone, e che richiedono l’intervento del soccorso alpino e non solo.

Anche nella notte tra mercoledì e ieri si è verificata una circostanza simile, quando alle 2,30 il soccorso alpino della Valmasino è stato allertato per tre persone, un uomo di 71 anni e due donne di 37 e 47 anni, residenti a Cabiate e a Delebio. Partiti dal parcheggio dei Bagni di Masino, gli escursionisti erano andati al rifugio Gianetti dopo avere fatto il Passo Barbacan.

Alle 20 hanno contattato i familiari dicendo di essere in discesa dal rifugio Omio, quindi a circa un’ora e mezza dal parcheggio. Dopo alcune ore però non erano ancora rientrati e quindi sono cominciate le ricerche. Alle 2,30 la centrale operativa ha allertato il soccorso alpino che ha raggiunto i Bagni di Masino proprio mentre i tre dispersi riuscivano a comunicare di aver ormai raggiunto l’auto.

Non vedendoli arrivare all’automobile, due uomini del soccorso alpino hanno comunque deciso di intervenire seguendo una luce che appariva sul versante a circa mezz’ora di cammino dai Bagni. Raggiunti al Pian dei Fang, i tre escursionisti, che scendevano alla luce dei telefonini sono stati accompagnati a valle con un intervento che ha richiesto due ore e mezza perchè nel gruppo c’era una persona visibilmente in difficoltà per l’affaticamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA