Volontari a Cantù, il futuro è a rischio  «Un tesoro da 30mila euro l’anno»
Volontari civici in azione per rifare le strisce sulla strade, ma anche per la cura del verde e altre opere

Volontari a Cantù, il futuro è a rischio

«Un tesoro da 30mila euro l’anno»

l coordinatore Lavizzari dimissionario, gli altri daranno una risposta per il 10 settembre Per ora garantita solo l’ultimazione del database sul cimitero.

Battuta d’arresto per i Volontari Civici, che si prendono un periodo di riflessione prima di comunicare ufficialmente se il gruppo continuerà o meno con la propria preziosa opera di volontariato. Anche se la nuova maggioranza ha già chiarito di volere che questa esperienza vada avanti.

Nei giorni scorsi era stato il coordinatore Danilo Lavizzari ad annunciare la chiusura del gruppo Facebook e la necessità di questo momento di pausa. O meglio, ex coordinatore, visto che ha dato le proprie dimissioni prima del voto di giugno, dopo aver deciso di candidarsi con la lista civica Frazioni in Corso, a sostegno della corsa di Francesco Pavesi. «Si deve valutare ora – scriveva - se esiste o meno una nuova volontà politica di far rinascere un gruppo che possa dare un valido contributo al miglioramento di vari aspetti della nostra Città visto che ciò che è stato fatto negli scorsi anni ha portato benefici di natura economica importanti». Benefici che sono stati quantificati in circa 60mila euro l’anno, pari a 3mila ore di lavoro. Il che si potrebbe moltiplicare per i 4 anni di attività.

I dettagli su La Provincia in edicola lunedì 7 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (1) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare
Donato758_6
Donato Bargna scrive: 09-08-2017 - 12:53h
il volontariato in generale a Cantù si sta spegnendo perché tutti vorrebbero comandare e nessuno lavorare ..il cane non scodinzola per nulla :=)