Como fuori casa  meglio della Juve
I giocatori del Como esultano dopo il gol di Giosa ad Alessandria (Foto by Foto Cusa)

Como fuori casa

meglio della Juve

Ottimo il bilancio esterno, sono troppe invece le sconfitte in casa

Il maggior numero di vittorie esterne degli ultimi 40 anni della storia del Como.

Meglio della Juventus, che in trasferta sinora ha vinto otto partite. Meglio del Carpi, che sta dominando la serie B e in trasferta ha vinto “solo” sette gare. Tra tutte le squadre professionistiche solo la Salernitana in questa stagione ha vinto di più fuori casa, 12 volte. E non a caso è stata promossa in serie B con due giornate d’anticipo. Nemmeno nella straordinaria stagione della promozione in A del 2002, vinta con il record di punti per la B a venti squadre, si è riusciti a fare di meglio. Otto furono quell’anno le vittorie esterne. Undici i successi in trasferta ottenuti sinora, con possibilità di migliorare ancora.

Da vedere però, di contro, c’è pure un altro dato. Che poi è quello che rischia di tenere il Como fuori dai play off. Il numero alto - soprattutto rispetto alla posizione di classifica e all’obiettivo per cui il Como sta giocando quest’anno, cioè i play off -, di sconfitte casalinghe, ben cinque. Nessuna delle squadre nella parte alta della classifica ha perso così tanto in casa. Cinque sconfitte che unite a sei pareggi e solo sette vittorie fanno sì che il Sinigaglia sia stato in un certo senso il vero punto debole di questa stagione.

Basti pensare che se il campionato si giocasse solo in trasferta, calcolando cioè solo i risultati esterni, il Como sarebbe secondo con 34 punti, un punto soltanto dietro al Bassano. Stilando invece la classifica dei risultati casalinghi il Como è undicesimo, a pari merito con Sudtirol e Giana Erminio, squadre che si collocano appena sopra la zona play out. Solo 27 i punti in casa: per avere un’idea, il Novara nel suo stadio ne ha raccolti 45.

© RIPRODUZIONE RISERVATA