Differenziata, primo test ok  Strade in ordine a Fino
I bidoncini in una via di Fino: errato esporre quello piccolo dell’umido

Differenziata, primo test ok

Strade in ordine a Fino

Nessun grande intoppo nel servizio di raccolta. in pochi hanno sbagliato l’utlizzo dei contenitori. L’assessore Fornasiero: «Per ora ritireremo tutto»

Buono l’esordio della nuova raccolta differenziata: svuotati tutti i secchi dei rifiuti, nonostante qualche errore. Con il mese di ottobre a Fino Mornasco, e in altri cinque Comuni limitrofi, è partita la nuova raccolta e i cittadini temevano disservizi e disagi.

Invece martedì e mercoledì, le prime giornate di ritiro, le strade del paese non erano affatto invase dai sacchi. Già intorno alle 11 di martedì gli operatori di EcoNord avevano ritirato tutto l’umido e il secco lungo l’ex Statale dei Giovi, come pure lungo viale Risorgimentoe anche via Brera era pulita.

L’agente di polizia locale Romina Sgambato, impegnata nei pattugliamenti per strada, non ha segnalato particolari situazioni di sporcizia. In via Scalabrini più di un condominio ha utilizzato i grandi bidoni e non i secchi mono famigliari.Mentre nella zona di via Raimondi è rimasto per terra qualche sacchetto di plastica pieno di umido, quindi non messo fuori dal cancello correttamente, nel contenitore marrone.

Un altro errore comune commesso da molti cittadini, è stato quello esporre fuori di casa anche il secchiello bucherellato per l’umido, un contenitore che invece dovrebbe rimanere sotto al lavello.

«Siamo in un periodo di sperimentazione – spiega l’assessore al Verde e ai Lavori pubblici Roberto Fornasiero – all’inizio gli operatori ritireranno comunque la spazzatura, poi segnaleranno gli errori, successivamente inizieranno a non portare via i rifiuti conferiti nella maniera sbagliata. Niente multe, sono previste solo per l’abbandono doloso di rifiuti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA