Frontale sulla Lariana, muore a  33 anni
La Polo della vittima (Foto by foto carlo pozzoni)

Frontale sulla Lariana, muore a 33 anni

IncidenteTragedia ieri sera a Blevio in un punto già teatro di incidenti gravissimi. La vittima è Luigi Rota

L’uomo, di Oliveto Lario, rianimato per tre quarti d’ora sul posto. Ferita in maniera seria una coppia di Pognana

Un botto fortissimo. I residenti che sobbalzano per il rumore. La corsa alle finestre. Le due auto, una Volkswagen Polo e una Fiesta, accartocciate. Tragico incidente stradale ieri alle 19 sulla statale Lariana a Blevio, subito dopo le gallerie. Drammatico il bilancio, un morto e due feriti, dichiarati fuori pericolo, ma in condizioni serie.

La vittima è un artigiano di Oliveto Lario, Luigi Rota, 33 anni, imbianchino. Era alla guida della sua Polo, diretta verso Bellagio. Passate le gallerie, l’auto ha affrontato il tratto in discesa all’altezza delle prime case di Blevio. Un punto già tristemente noto per altri gravi incidenti stradali.

I soccorsi

Improvvisamente, per motivi non ancora chiariti, Rota avrebbe perso il controllo dell’auto che è andata a scontrarsi frontalmente con una Ford Fiesta: a bordo due coniugi di Pognana Lario,, Roberto Pistillo, 54 annim, sovrintendente della polizia di Stato, e la moglie Marzia Gandola, 45 anni. I due sono rimasti incastrati in auto. I vigili del fuoco hanno dovuto rompere le lamiere per riuscire ad estrarli.

L’urto è stato talmente violento che le due auto erano irriconoscibili. I soccorsi sono stati chiamati dai primi testimoni, i residenti che si sono affacciati dopo avere sentito il botto. Sul posto sono arrivate due ambulanze della Croce azzurra, un’ambulanza del Sos di Olgiate. I vigili del fuoco hanno dovuto aprire le due vetture con le cesoie. I due coniugi di Pognana sono stati estratti con ferite e sospette fratture ma coscienti. Sono stati caricati sulle ambulanze e portati in ospedale a San Fermo. Sono stati dichiarati fuori pericolo.

Rota invece è parso subito gravissimo. I medici del 118 l’hanno rianimato sul posto per tre quarti d’ora. Purtroppo è stato inutile.

I carabinieri hanno chiuso la strada e hanno impedito a chiunque di passare per permettere le operazioni di soccorso.

Questione sicurezza

Nonostante gli sforzi per salvarlo l’uomo è deceduto ed è stato trasportato all’ospedale Valduce. La dinamica dell’incidente è ancora al vaglio delle forze dell’ordine. Al momento dell’incidente pioveva e l’asfalto era bagnato.

Sono anni che i residenti si battono per la sicurezza di quel tratto di strada, ritenuto troppo pericoloso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA